Home Editoria Diritto d’autore. SIAE, il tramonto del monopolio. Nel Decreto Fiscale della Legge...

Diritto d’autore. SIAE, il tramonto del monopolio. Nel Decreto Fiscale della Legge di Bilancio la norma che apre a nuovi soggetti

CONDIVIDI

Il 16 ottobre è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n. 148 contenente “disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili” , collegato alla Legge di Bilancio.
Tra queste disposizione anche la norma che cancella il monopolio legale della SIAE sui diritti d’autore, trasformandolo nell’immediato in un monopolio di fatto così come già accade in gran parte d’Europa.
Cosa cambia in concreto? Al momento assolutamente nulla, la posizione della SIAE garantita da quel monopolio legale, è ancora saldissima ma bisogna dare atto alla presidenza Sugar di aver lavorato molto bene per prepararsi a questo momento, traghettando l’Ente Pubblico verso le nuove frontiere digitali superando in strategia e visione, colui che si era posto come competitor diretto in uno scontro che nel tempo aveva anche assunto profili da telenovelas.

La pretesa di Soundreef di andare direttamente ad incassare i proventi per alcuni utilizzi dei diritti d’autore – quelli descritti all’articolo 180 della LdA – tra i quali anche il diritto per la radiodiffusione di opere protette, si è scontrata prima con la legge stessa, poi con il lavoro che il ministro Franceschini ha svolto per disinnescare l’ipotesi di infrazione al recepimento della Direttiva Barnier, tanto da fare dire alla commissaria europea Gabriel che “l’incontro con il ministro e il sottosegretario agli Affari europei è stato positivo. Abbiamo capito che il governo è impegnato a trovare soluzioni ottimali”. Da ciò è scaturito l’articolo 19 del Decreto Fiscale (rubricato “Liberalizzazione in materia di collecting diritti d’autore”) che in calce riportiamo nella sua formulazione completa.

Il presidente SIAE Sugar però non si è seduto sugli allori ma ha preannunciato durante l’ultima audizione in Commissione Cultura del settembre scorso, il prossimo impegno dell’ente pubblico tutto rivolto agli utilizzatori per la creazione di una licenza unica chiamata “One Stop Shop”, ossia una licenza che comprenda tutti i diritti che una eventuale canzone può avere, un pacchetto unico che eviti a chi compra di doversi rivolgere a decine di agenzie di intermediazione diverse. Il classico “uovo di Colombo”. (M.S. Per NL)

Articolo 19 – Liberalizzazione in materia di collecting diritti d’autore.

  1. Alla legge 22 aprile 1941, n. 633, sono apportate le seguenti modificazioni:
  2. a) all’articolo 15-bis, comma 2-ter, terzo periodo, dopo le parole: «Societa’ italiana degli autori e degli editori» sono aggiunte le seguenti: «e gli altri organismi di gestione             collettiva», e la parola «remuneri» è sostituita dalla seguente: «remunerino»;
  3. b) all’articolo 180:
  4. al primo comma, dopo le parole: «Societa’ italiana degli autori ed editori (S.I.A.E.)», sono aggiunte le seguenti: «ed agli altri organismi di gestione collettiva di cui al decreto legislativo 15 marzo 2017, n. 35»;
  5. al terzo comma, le parole: «dell’ente» sono sostituite dalle seguenti: «della Societa’ italiana degli autori ed editori (S.I.A.E.)» e la parola: «esso» è sostituita dalla seguente: «essa».
  6. Per gli organismi di gestione collettiva di cui all’articolo 180, comma 1, della legge 22 aprile 1941, n. 633, stabiliti in Italia, l’esercizio dell’attività di intermediazione è in ogni caso subordinata alla verifica del rispetto dei requisiti da parte dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, ai sensi del decreto legislativo 15 marzo 2017, n. 35.
  7. Al decreto legislativo 15 marzo 2017, n. 35 sono apportate le seguenti modificazioni:
  8. a) all’articolo 8, comma 3, dopo le parole: «Autorità per le garanzie nelle comunicazioni»          sono aggiunte le seguenti: «definisce con proprio provvedimento»;
  9. b) all’articolo 20, comma 2, le parole: «organismi di gestione collettiva ed» sono soppresse

 

 

printfriendly pdf button nobg - Diritto d’autore. SIAE, il tramonto del monopolio. Nel Decreto Fiscale della Legge di Bilancio la norma che apre a nuovi soggetti