DTT. Dodicesima rete nazionale. Ancora nulla sugli esiti della consultazione pubblica Agcom. Il mercato si divide tra tiepido ed indifferente

Vincenzo Dolce, dodicesima rete

Come noto, Agcom ha sottoposto a consultazione pubblica la nuova procedura per l’attribuzione del diritto d’uso relativo alla dodicesima rete nazionale DTT. Consultazione conclusasi nel novembre scorso, ma di cui non si conoscono ancora gli esiti. Anche se le condizioni di apertura al mercato erano apparse da subito decisamente poco allettanti, quantomeno nella formulazione prospettata. […]

Radio. L’aumento dell’offerta radiofonica col consolidamento del DAB disorienta l’utente. Film già visto su DTT e IP. Quali contromisure?

offerta digitale, l'utente

A settembre/ottobre, con l’attivazione di un nuovo mux DAB pluriprovinciale, l’offerta radiofonica via etere a Milano (e non solo) supererà le 150 stazioni. Più che raddoppiate rispetto a tre anni fa. Beninteso, niente a confronto delle oltre 100.000 stazioni presenti nel solo aggregatore di flussi TuneIn (che pure da qualche anno non inserisce nuove emittenti). […]

Radio digitale: essere dovunque non significa dover esserci comunque

radio digitale

Mentre in alcune rilevanti aree italiane le emittenti locali sono approdate in DAB+, secondo alcuni con più danni che vantaggi, i broadcaster italiani appaiono troppo concentrati sull’etere, rischiando di commettere, con la radio digitale, lo stesso errore degli operatori televisivi, letteralmente fagocitati dagli OTT. Ma andiamo per ordine.

“Ma poi la banda arrivò e allora tutto passò…”

la banda

Chi pensava che le graduatorie dei fornitori di servizi di media audiovisivi utilmente collocati nelle varie aree tecniche rappresentassero una fotografia attendibile del quadro televisivo futuro, deve ricredersi. Al nord, dove è terminata anche la procedura di attribuzione LCN (che definisce la fase di refarming sulla carta, dopo la sottoscrizione dei contratti per la banda […]

DTT. I pdv sono una dogma?

delibera 664/09/CONS, pdv

Le prime avvisaglie che qualcosa non avrebbe funzionato a dovere nel refarming locale del digitale televisivo terrestre sono arrivate con l’avvio dello switch-off nelle aree tecniche 01 (Piemonte) e 03 (Lombardia e Piemonte orientale), col territorio piemontese che potrebbe vedere accentuata la sua storica condizione di colonia televisiva lombarda.

DTT. Seduta pubblica Area Tecnica 05 (Veneto): tendenza registrata in Lombardia si accentua. Top player tutti a 3 Mbit/s. Fuori gli altri

area tecnica 05

Area Tecnica 05 come AT 03, anzi: ancora più concentrazione. Probabilmente il trend sarà questo in tutte le restanti aree tecniche: tutti (o quasi) i primi posizionati nella graduatoria degli idonei, prenoteranno il massimo della capacità trasmissiva disponibile (3 Mbit/s), limitando di fatto gli accessi ai posizionati già (ben) al di sotto della posizione 20 […]

DTT. I nodi vengono al pettine: in Sardegna graduatoria rivista e seduta pubblica da rifare. Inizia il previsto tornello delle liste

tornello, fsma, graduatoria rivista

Sardegna, FSMA: graduatoria rivista. Film già visto nel 2010: non c’è niente di più instabile delle graduatorie definitive. Era stato così con i diritti d’uso e le attribuzioni LCN di prima generazione, sarà così col nuovo giro sulla giostra digitale terrestre. Il Mise ha annullato d’ufficio la graduatoria FSMA dell’Area Tecnica 18 pubblicata il 01/10/2021 […]

Il paradosso dei broadcaster: per non perdere utenza col DVB-T2, la perdono col DVB-T

refarming, esclusi, associazione tv locali di confindustria, utenza, smart tv, tv connesse

Alla fine il T2 potrebbe essere un gigantesco flop. Se non addirittura un bel regalo agli OTT dello streaming video on demand. I broadcaster (i grandi player nazionali e le maggiori tv locali) si stanno affannando a ritardare l’avvento del formato HEVC sulla scorta dell’insufficiente numero di famiglie dotate di televisori di nuova generazione, puntando […]