Home Editoria Amazon Kindle si rilancia con un’offerta “politically correct”

Amazon Kindle si rilancia con un’offerta “politically correct”

Dopo quasi un anno dal lancio ufficiale, l’e-book di casa Amazon prosegue la ricerca di nuovi lettori e si rilancia con le biografie delle mogli dei due candidati alle elezioni presidenziali Usa


Come rilanciare un prodotto tecnologico che, nell’arco di quasi un anno dalla sua prima comparsa, avrebbe raggiunto solo 170.000 consumatori? Raccontando la vita delle rispettive mogli degli attuali candidati alle elezioni presidenziali statunitensi. Stando a quanto comunicato recentemente dall’edizione online del Wall Street Journal, infatti, le biografie di Mrs. Cindy McCain e di Mrs. Michelle Obama, sono già state realizzate e pubblicate in formato digitale e sono attualmente consultabili attraverso l’innovativo libro elettronico di casa Amazon, Kindle. Alla prima, moglie del candidato repubblicano John McCain, sarebbe stato dedicato un ritratto intitolato “Cindy McCain: Elegance, Good Will and Hope for a New America” (“Eleganza, buoni proposito e speranza per una Nuova America”); alla seconda, consorte del candidato democratico, peraltro favorito, Barack Obama, un altro ritratto intitolato “Michelle Obama: Grace and Intelligence in a Time of Change” (“Grazia e intelligenza in un periodo di cambiamento”). Naturalmente, solo il volume della moglie del candidato vincitore sarà pubblicato come libro cartaceo e venduto online e nelle librerie per circa 15 dollari. Così Kindle cerca la ripresa, conscio di aver raggiunto 90mila lettori/consumatori immediatamente dopo il lancio; ma altrettanto consapevole di non essere riuscito nemmeno a duplicare i suoi affezionati nel giro di quasi un anno. Questo comportamento la dice lunga sul comportamento dei lettori statunitensi, che presumibilmente potrebbe essere analogo a quello dei lettori di tutto il mondo. Amazon Kindle è un articolo sicuramente interessante per molti motivi didattici e professionali, ma sembra ancora lontano da quell’uso comune tanto desiderato dai suoi produttori. Nonostante le parole del Wsj elogino apertamente le recenti iniziative di Kindle, la realtà ha messo un freno all’infiltrazione del libro elettronico nelle famiglie. Ma del resto, nessuno sta chiudendo le porte delle librerie tradizionali, tantomeno ha la pretesa di farlo. (Marco Menoncello per NL)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here