Audiradio, 4° bimestre 2009: analisi dell’universo delle maxiradio locali

In disparte il consueto approfondimento dei dati delle nazionali, come di consueto incartato per questo periodico dal giornalista massmediologo Nicola Franceschini, scomponiamo i valori per desumere il comportamento delle superstation e delle locali con più di 200.000 ascolti nel giorno medio (escluse syndication, franchising e comunque iniziative editoriali con dati composti).

Anzitutto, va rilevato come questa sessione di Audiradio faccia registrare performance ottime delle emittenti facenti riferimento alla stazione nazionale RDS. La lombarda Discoradio, infatti, dopo il prolungato crollo degli anni scorsi (allorquando vi fu il turn-over di frequenze con RDS, di cui pagò più spese Discoradio di quanti vantaggi avesse tratto in area la rete romana), risale la china, ponendosi a 306.000 utenti, contro i precedenti 213.000; al pari, a Roma, ottimo è stato il risultato di Dimensione Suono 2 Soft 105 e 3, che segna 314.000 ascolti (erano 259.000), ma, soprattutto, degno di brindisi è l’esito di Radio Dimensione Suono Roma, con 324.000 affezionati (contro i precedenti 291.000). Audiradio - Audiradio, 4° bimestre 2009: analisi dell’universo delle maxiradio localiBene anche RAM Power, con 240.000 utenti (erano 221.000 l’altra volta), che compete con una pimpante Radio Globo, in crescita da 216.000 a ben 270.000. Nel Nord cresce anche la superstation bergamasca Radio Number One, da 293.000 a 302.000, insieme a Radio Reporter (nella foto di apertura lo speaker Corrado Riva), pure in salita, da 182.000 a 206.000. Ma in alta Italia, su tutte, domina la consueta Radio Zeta, in ripresa da 698.000 a 720.000 utenti. Nel vicino Veneto arretra per contro la stazione di punta del gruppo Zanella: Radio Birikina, che slitta da 524.000 a 487.000; sorte inversa tocca a Radio Company, che sale da 468.000 a 491.000. La superstation emiliana Radio Bruno inciampa, cadendo a 483.000 (erano 534.000 l’altra volta), mentre nel centro Italia non va bene Radio Subasio, che si allontana sempre di più dai 2 milioni di ascoltatori, scendendo ancora: ora è a 1.681.000 contro i 1.775.000 che furono il bimestre scorso. Il successo di Kiss Kiss sul nazionale viene screditato a livello locale, con pessimi risultati per le locali del gruppo: Kiss Kiss Italia crolla da 514.000 a 440.000; Radio Ibiza cede da 427.000 a 410.000; Kiss Kiss Italia sbatte da 354.000 a 308.000. Nel capoluogo di regione campano non va bene nemmeno a Radio Marte, che scricchiola da 379.000 a 352.000 utenti. In Puglia ricresce Radio Norba (586.000 rispetto a 539.000) ed entra nel novero degli over 200.000 Ciccio Riccio, che segna 206.000 ascolti (contro 196.000). Sostanziale tenuta invece in Sicilia per la superstation Margherita, che non si sposta di molto in classica: erano 874.000 gli ascoltatori l’altra volta, sono 868.000 ora. Esce invece dal girone la milanese Popolare Network, con un deludente 191.000 (erano 208.000).
printfriendly pdf button - Audiradio, 4° bimestre 2009: analisi dell’universo delle maxiradio locali