Auditel: i Cesaroni battono un Sanremo sempre più a picco

La fiction di Canale 5 con Amendola ed Elena Sofia Ricci batte la kermesse di Raiuno con il 26,84% di share contro 26,41%.
 
Il blog Tvblog (www.tvblog.it) ha riportato oggi i dati Auditel inerenti la giornata di ieri in televisione. Sanremo, neanche al rush finale, riesce a risollevarsi da una situazione imbarazzante. Del Noce e gli altri vertici di rete e d’azienda dovranno porsi molti interrogativi nei prossimi giorni e mesi, sul futuro del festival, sul suo format, sulla struttura che ci gravita attorno. Partendo da un assunto assodato: il Festival di Sanremo non entusiasma più gli italiani, essi non lo aspettano più come prima, non lo seguono più come uno degli eventi catodici dell’anno. Insomma, l’Italia cambia e il Festival resta lo stesso.
Nella sua penultima serata, la kermesse sanremese ha perso lo scontro a distanza con la fiction popolare per eccellenza, piazzata su canale 5 a fare da contraltare. La serie con protagonisti Claudio Amendola, Elena Sofia Ricci e Antonello Fassari, infatti, ha portato a casa, sia pur sul fil di lana, lo scettro del prime time: 26,84% di share contro il 26,41% del Festival (6,7 milioni contro 6,6). Al di là di questo duello, dietro i due “giganti” si piazza Dr. House, seguito dalla replica delle Iene e da un buon tempesta d’Amore, che comunque raggiunge i suoi due milioni e mezzo di spettatori, e da Mi Manda Raitre.
Passando alla seconda serata, è Matrix a vincere la gara, con una puntata dedicata alla tragedia di Gravina. Mentre per quanto riguarda l’access, la solita Striscia la Notizia sbaraglia la concorrenza e supera i dieci milioni di spettatori: è il programma più seguito dell’intera giornata. Passando al day time, le vecchie “galline” dal buon brodo Forum, La Vita in Diretta e L’Italia sul Due contnuano il loro buon momento. (G.M. per NL)
 
 
printfriendly pdf button - Auditel: i Cesaroni battono un Sanremo sempre più a picco