CNT Informa n. 26 – Pubblichiamo un estratto del nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni

Contributi ex L. 448/98, a breve il deposito del piano di riparto per la pubblicazione sulla G.U. – DTT: Romani, possibile anticipo dello switch-off – MSE-Comunicazioni :scompare il CNID dal sito web – TV: intese segrete Rai-Mediaset?


CONTRIBUTI EX L. 448/98 A BREVE IL DEPOSITO DEL PIANO DI RIPARTO PER LA PUBBLICAZIONE SULLA GAZZETTA UFFICIALE
Il CNT è in grado di informare che lunedì 30 giugno p.v. verrà depositato il piano di riparto dei contributi ex L. 448/98 (109 milioni di euro) per i contributi 2007 alle televisioni locali, per la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Il deposito, effettuato direttamente dal Dirigente l‘apposita sezione del Ministero delle Comunicazioni Dott. Andrea Cascio, consentirà la immediata pubblicazione che quindi sarà diffusa nel giro di tre o quattro giorni. L’accellerazione del provvedimento è dipesa anche dall’intervento del Sottosegretario Romani che ha sbloccato la pratica dagli ultimi ritardi presso gli altri uffici, consentendo così al Dott. Cascio di effettuare direttamente la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

DTT SWITCH OFF, POSSIBILE ANTICIPO RISPETTO AL 2012
ROMANI, ENTRO 2 MESI “ROAD MAP” SCADENZE
Il Governo ha “l’obiettivo di diffondere il digitale terrestre in Italia prima di quanto immaginato dall’esecutivo precedente”. Lo ha dichiarato al CNT il Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Paolo Romani. Il Sottosegretario con delega alle telecomunicazioni ha inoltre affermato che “non possiamo essere in ritardo anche in questo settore, come ha voluto fare qualcuno in precedenza”. Romani ha poi spiegato che “entro due mesi e mezzo verra’ completata una road map in cui metteremo per iscritto le scadenza per il passaggio al digitale, e in quell’occasione capiremo di quanto si potra’ anticipare la scadenza ora fissata al 2012”. Intanto, il modello per la diffusione del digitale utilizzato in Sardegna e in Val D’Aosta sarà replicato sull’asse Torino-Cuneo; nella zona della Pianura Padana per le province di Alessandria, Vercelli e Novara; in Trentino Alto Adige più la provincia di Bolzano, e a Roma e provincia che siglerà ad ottobre-novembre un’intesa con il Ministero per diventare un’area “all digital” entro i primi mesi del 2009. Il CNT accoglie con favore le dichiarazioni di Romani, ma è sempre più preoccupato perché la transizione al digitale consolida ed espande ulteriormente il duopolio Rai – Mediaset nella televisione terrestre e quello di Sky nella televisione satellitare, comprimendo ancora di più le possibilità di crescita e di esistenza di televisioni locali e reti indipendenti.

ANTITRUST RELAZIONE ANNUALE
CATRICALA’: “INTESE SONO GRAVI MISFATTI”. CNT E’ IPOCRISIA
Davvero singolare, secondo il CNT, la posizione netta espressa dall’autorità Antitrust nel corso della relazione annuale presentata martedì scorso. “I cartelli non sono peccati veniali; sono gravi misfatti contro la società perché corrompono la libera competizione delle forze economiche sul mercato: negli Stati Uniti sono considerati fatti criminosi, puniti con la prigione”. E’ quanto dichiarato dal Presidente dell’Antitrust Antonio Catricalà. Catricalà spera “che la giurisprudenza torni in linea con i precetti comunitari”. Nel mercato radiotelevisivo l’assetto dupolistico nell’analogico, quello monopolistico nel satellitare e le vicende riguardanti le intese segrete sono ormai a conoscenza della società civile e di quella istituzionale. Sembra, quindi, davvero ipocrita la posizione dell’Antitrust che, pur sottolineando il pericolo delle intese e delle posizioni dominanti, non è mai intervenuta quale organo predetto ad evitare tali operazioni. Sull’invito affinché la normativa si allinei a quella comunitaria, il CNT è pienamente concorde, visto che in Italia non c’è vero pluralismo nel mercato radiotelevisivo e formula auguri di buon lavoro al Presidente Catricalà affinché alle sue dichiarazioni seguano atti concreti contro il duopolio o monopolio Rai – Mediaset.

DTT FREQUENZE, ASSEGNAZIONE 40% BANDA TRASMISSIVA
25 LE DOMANDE, ENTRO IL 23 AGOSTO LA SELEZIONE DEI 12
Sono 25 le domande per altrettanti canali digitali, presentate da 17 società, pervenute alla Commissione che dovrà assegnare 12 canali che avranno il 40% della banda trasmissiva su una rete digitale della Rai e su due ciascuna di Elettronica Industriale (Mediaset) e di Telecom Italia Media Broadcasting. Entro il 13 Luglio saranno valutati i requisiti di ammissione ed entro il 23 Agosto la Commissione selezionerà i canali vincenti, poi assegnati dall’Agcom, che ha emanato il bando per la cessione del 40% della capacità trasmissiva.

TV E CONCORRENZA
CNT, OLTRE AL DUOPOLIO SI RAFFORZA LA MINACCIA DI SKY
Mentre si parla spesso del duopolio Rai-Mediaset, del quale il CNT ha più volte espresso la propria posizione critica in difesa dell’emittenza privata ed indipendente, lo stesso CNT invita a non dimenticare un altro serio pericolo che rischia di ammazzare il mercato concorrenziale televisivo e che sta avanzando silenziosamente: l’impero satellitare di Sky, che dalla guerra delle frequenze che si sta combattendo sul fronte del digitale terrestre, ne può uscire rafforzato. Il dissanguamento delle piccole emittenti che stanno cercando di trovar posto nel panorama digitale nel tentativo di arginare il potere di Rai e Mediaset anche nel Dtt, può infatti giocare a favore del satellitare, e quindi dell’offerta di Sky che, ormai, possiede un impero consolidato.

MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO – COMUNICAZIONI
SCOMPARE IL CNID DAL SITO WEB
Il CNT segnala che il sito Internet del Ministero delle Comunicazioni, seppur con ritardo, è stato aggiornato. Prima modifica la denominazione, poi la sezione sugli organismi collegiali istituiti presso il Ministero. Unico neo, l’assenza di ogni riferimento al Comitato Nazionale Italia Digitale (CNID). Mancano, quindi, informazioni circa i membri e i sottogruppi. Situazione poco trasparente considerato anche che nel corpo di uno dei sottogruppi si è stabilita la spartizione delle frequenze individuate dall’Agcom per la conversione digitale in Sardegna (…)

UTELIT A FAVORE DEI SORDOMUTI PER SEGUIRE I LAVORI PARLAMENTARI IN TV
Continua l’azione di Utelit a favore dei sordomuti. Il Presidente Nazionale dell’Associazione Utenti Televisivi di Consumatori Rocco Monaco ha inviato una lettera ai Presidenti di Camera e Senato, Fini e Schifani, affinché più attenzione venga riservata a favore della sottotitolazione dei lavori parlamentari per i sordomuti. “Infatti – afferma Monaco – è gravissimo che i lavori parlamentari, trasmessi dai canali satellitari del Parlamento e del Senato, non siano ancora sottotitolati e quindi non usufruibili da parte di centinaia di migliaia di sordomuti residenti in Italia e all’estero.” Tra l’altro il Presidente Monaco ha chiesto un incontro urgente sulla questione al Presidente della Camera.

TV CALCIO E DIRITTI TELEVISIVI
UE AI PRESIDENTI DI A E B, ABOLIRE I LIMITI A SKY?
L’Unione Europea ha inviato un questionario ai presidenti delle squadre di calcio di serie A e B per chiedere se davvero il mercato dei diritti televisivi è cambiato e quindi meriterebbe di essere accolto il ricorso di Sky “per essere equiparata alla nuova concorrenza”. Sky nel 2003, quando nacque fondendo Tele+ e Stream, ebbe l’okay dall’Antitrust europeo a patto che rispettasse alcuni limiti: mai acquistare diritti per più di due anni; acquistare in esclusiva soltanto i diritti per la tv satellitare; possibilità di acquistare i diritti per le altre piattaforme soltanto non in esclusiva; obbligo di cedere tutti i diritti ad altri operatori a prezzo calmierato (“all’ingrosso”) secondo criteri dell’Ue; concedere a tutti i club il diritto di recesso ogni anno. Il CNT ritiene il potere di Sky già forte da essere considerato un monopolio assoluto nel mercato satellitare. La sua conseguente forza economica non farebbe altro che danneggiare ulteriormente le emittenti locali già flagellate per quanto concerne i diritti tv del calcio nelle mani di una lobby potente.

TV INTESE SEGRETE RAI-MEDIASET
INDAGA LA CORTE DEI CONTI
La Corte dei Conti, sentinella della corretta gestione dei beni pubblici, indaga sui contatti sospetti tra dirigenti Rai e dirigenti di Mediaset. Sono le telefonate pericolose tra Viale Mazzini e Cologno Monzese che la Procura di Milano intercettò nel 2005. Titolare del fascicolo è Guido Patti, viceprocuratore generale della Corte. Patti vuole ricostruire i cambiamenti nella programmazione che la Rai decise per la morte di Giovanni Paolo II (informando di molte scelte i dirigenti concorrenti di Mediaset). E vuole anche capire se la televisione pubblica comunicò in ritardo i risultati elettorali delle amministrative soltanto perché sfavorevoli al Polo. Il presunto ritardo spinse tre parlamentari del centrosinistra a presentare una denuncia alla Procura di Roma per presunta interruzione di pubblico servizio.

RADIO AUDIRADIO
GLI ASCOLTI DEL TERZO BIMESTRE 2008
Sono stati pubblicati i dati del terzo bimestre 2008 di Audiradio. Troviamo come sempre in testa Radio1 con 6.990.000 ascoltatori, ben 374.000 in più rispetto allo scorso anno. A seguire Deejay (5.475.000, -100.000) ed un dignitoso terzo posto per RTL 102.5 (5.325.000, +354.000). Pressochè stabile Radio2, che continua a risentire delle oscillazioni in base alla presenza o meno di Fiorello in onda (5.235.000, -35.000), mentre RDS conclude la prima parte della classifica con un lusinghiero 5.133.000 (+373.000). A notevole distanza, con 3.942.000 troviamo una invariabile Radio 105 (+4.000).

C.N.T. – Coordinamento Nazionale Televisioni – SEDE LEGALE: P.zza Municipio, 80 – 80133 Napoli SEDE OPERATIVA: Via Bari, 19 – 72013 Ceglie Messapica TEL. 337941697 TEL e FAX. 0804839707
SITO INTERNET: www.coordinamentonazionaletelevisioni.it
EMAIL: info@coordinamentonazionaletelevisioni.it
Direttore Costantino Federico
Reg.Tribunale di Napoli N. 4/07 del 17/01/2007
SEDE: P.zza Municipio, 80 – 80133 NAPOLI
TEL.337941697 – FAX:0818383118 – 0831377510

printfriendly pdf button - CNT Informa n. 26 - Pubblichiamo un estratto del nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - CNT Informa n. 26 - Pubblichiamo un estratto del nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO