Copyright online. Il settore audiovisivo chiede all’Europa protezione dal mercato globale

Preservare il principio di territorialità: è questo ciò che chiedono broadcaster, organizzazioni, società e singoli professionisti che rappresentano l’industria dell’audiovisivo all’Unione Europea, in una lettera indirizzata al Presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, al Vicepresidente Andrus Ansip, al Commissario per la Digital Economy, Günther Oettinger, e a tutti i Commissari coinvolti nel project team sul Digital Single Market.

I firmatari che sono, per il momento, 101 chiedono “di riconsiderare le proposte” che “eroderebbero la territorialità dei diritti audiovisivi e la possibilità di concedere le licenze su base esclusivamente territoriale”; in particolar modo, sono sotto attacco le proposte avanzate dalla Commissione lo scorso dicembre e che, come dichiarato da Ansip, sono costruite con l’intento di “garantire la portabilità dei contenuti a livello transfrontaliero” basandosi sul principio che “chi acquista legalmente contenuti deve potervi accedere ovunque vada in Europa”; allo stato attuale delle cose, invece, un italiano abbonato a Netflix (servizio disponibile in tutta Europa) non potrebbe fruire degli stessi contenuti di cui gode in Italia in un altro paese del vecchio continente. Secondo quanto sostenuto dalla missiva, con tanto di supporto di un recente studio firmato dalle società di consulenza Oxora e Oliver & Ohlbaum, ridurre la possibilità di sfruttamento territoriale dei diritti cinematografici e televisivi avrebbe il bizzarro effetto di ridurre la pluralità di offerta. Viene inoltre messa in discussione la proposta di estendere ai servizi online il principio del paese di origine, secondo il quale un prestatore di servizi che si sposta in un altro paese europeo deve rispettare la legge del proprio paese di origine, in modo che questi operatori possano espandersi in altri paesi senza essere costretti ad informarsi sulla legislazione di ognuno di essi; la contrarietà è dovuta al fatto che il principio è stato pensato per il satellite, e non dovrebbe essere applicato ad un contesto diverso; evidentemente, pare, i fornitori di contenuti online non vogliono espandersi quanto il satellite. A far rabbrividire i 101 firmatari, è particolarmente il fatto che, quest’ultima politica, costringerebbe i titolari dei diritti ad adottare modelli di diffusione paneuropei; un’idea raccapricciante dato che la produzione di contenuti ha costi ingenti e comporta notevoli rischi (evidentemente solo per loro) che possono essere ammortizzati attraverso la distribuzione paese per paese anche in Europa. In conclusione, alla Commissione viene chiesto di “preservare l’integrità dell’esclusività territoriale nel settore audiovisivo” così che si possa continuare a “mantenere gli indispensabili incentivi di mercato” senza doversi preoccupare di essere competitivi. (E.V. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Copyright online. Il settore audiovisivo chiede all’Europa protezione dal mercato globale

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL