Digitale terrestre, switch-off Alto Adige: completata la migrazione

Dopo due settimane di lavori per la digitalizzazione degli impianti, suddivisi in otto aree, si è completato oggi con Bressanone e la val d’Isarco il passaggo in Alto Adige dal sistema analogico alla TV digitale.

Ne dà notizia la Provincia Autnoma di Bolzano nell’ultimo bollettino. "Entro le 14 i tecnici di RAI, emittenti private e della RAS hanno spento il vecchio segnale e riattivato in digitale gli ultimi impianti. Iniziato il 28 ottobre con Bolzano e Bassa Atesina, si è completato oggi il passaggio alla TV digitale in tutto l’Alto Adige: l’ultimo atto ha riguardato Bressanone e la val d’Isarco, ottava tappa del calendario dello switch off (transizione) che porta i vantaggi della TV digitale – più canali, immagine e qualità migliori – in tutte le case degli altoatesini. Alle 14 la RAS aveva reso operativi in digitale tutti i suoi 12 impianti: a Maranza, Luson, San Nicolò, Vallarga, Fundres, Funes, Santa Maddalena, Plose, Albes, Scaleres, Fortezza, Mezzaselva. Con il passaggio alla TV digitale il vecchio sistema analogico viene definitivamente abbandonato e per vedere la TV diventa necessario un apparecchio decoder collegato al televisore o un televisore con decoder integrato. Gli abitanti in val d’Isarco devono poi risintonizzare i canali.  Per ogni chiarimento sul passaggio alla TV digitale sono sempre disponibili il numero verde del Ministero 800.022.000, il numero 0471 546666 della RAS, il sito web della Rete civica all’indirizzo della Provincia www.provincia.bz.it/digitale-terrestre o quello della RAS www.ras.bz.it".
printfriendly pdf button - Digitale terrestre, switch-off Alto Adige: completata la migrazione
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Digitale terrestre, switch-off Alto Adige: completata la migrazione

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO