Digitale terrestre Trentino: ultimo giorno di migrazione. I principali canali di Trento hanno già concluso la transizione al nuovo standard

Alle ore 12.30, secondo la Provincia Autonoma di Trento "la situazione è positiva: le maggiori emittenti locali e nazionali hanno comunicato di aver spento definitivamente il segnale analogico ed aperto quello digitale".

"Già dalla tarda mattinata i canali più popolari sono visibili nella nuova modalità di trasmissione, irradiata dai trasmettitori della Paganella – spiega il bollettino giornaliero dell’ente provinciale autonomo del Trentino – Nel pomeriggio gli interventi continueranno sugli impianti minori (soprattutto per qualche tv locale), mentre Rai e Mediaset hanno già concluso di fatto le operazioni di digitalizzazione".
Alle ore 12.30 la situazione della transizione degli impianti di diffusione del segnale digitale nell’area di Trento, Valle dell’Adige e Valli laterali, resa nota dalla Provincia, era la seguente.
RAI. Ha acceso tutti gli impianti.A Trento, a Pergine, a Cles e Vezzano la Rai si può ora ricevere sui canali 9-26-30-40 mentre a Cavalese sui canali 5-30-26.
MEDIASET. Ha attivato per il momento quasi tutti gli impianti ma le operazioni di test delle stazioni non sono ancora conclusi. I segnali dell’emittente si possono comunque già ricevere nei principali centri abitati. A Trento, a Pergine, a Cles, Vezzano è Cavalese sui canali 36-49-52-56.
TELECOM/LA7. Ha attivato gli impianti di Paganella e Cermis e manca solo qualche impianto minore. L’emittente si può ricevere a Trento, a Pergine, a Cles, Vezzano è Cavalese sui canali 47-48 e 60.
TELEPACE. Ha acceso al momento solo l’impianto principale di Paganella che opera sul canale 42. Con tale impianto copre ora Trento, Pergine, Cles e Vezzano.
RETE A. Non ha acceso per il momento alcun impianto.
DFREE/PREMIUM. Ha acceso sul canale 50 l’impianto di Paganella e ora si può ricevere a Trento, Pergine, Cles e Vezzano.
TELEPADOVA-7GOLD. Ha acceso sul canale 32 l’impianto di Paganella che ora si riceve a Trento, Pergine, Cles e Vezzano.
RTTR. Ha acceso per il momento gli impianti principali di Paganella, Calisio e Monte Cermis. La frequenza di trasmissione è unica, il canale 45 e le zone attualmente coperte si estendono dalla città di Trento, all’alta Valsugana, a parte della Valle di Cembra, Val di Fiemme, Valle dei Laghi e Val di Non.
TCA. Ha acceso tutte le proprie postazioni trasmissive con la sola esclusione di alcuni impianti secondari di proprietà comunale per i quali attende l’autorizzazione Ministeriale. L’emittente trasmette in tutte le aree sul canale 31 e tranne qualche limitata area. Tca copre completamente tutte le utenze precedentemente raggiunte dall’analogico.
CANALE ITALIA. Ha attivato tutti gli impianti di sua proprietà con esclusione di alcune postazioni minori gestite dai Comuni per le quali attende l’autorizzazione Ministeriale. I canali trasmessi sono il 39 e 53.
TELENUOVO. Ha acceso l’impianto di Paganella sul canale 61 raggiungendo cosi le aree precedentemente coperte dal segnale analogico.
ANTENNA 3 NE. Ha attivato per il momento l’impianto di Paganella sul canale 21 coprendo oltre alla città di Trento anche l’alta Valsugana, a parte della Valle di Cembra, Valle dei Laghi e Val di Non. Si attende nel pomeriggio l’attivazione della stazione di Monte Cermis che copre la Val di Fiemme.
LA9. Ha acceso l’impianto di Paganella sul canale 43 raggiungendo cosi le aree precedentemente coperte dal segnale analogico.
TELECAMPIONE. Ha acceso l’impianto di Paganella sul canale 62 raggiungendo cosi le aree precedentemente coperte dal segnale analogico.
printfriendly pdf button - Digitale terrestre Trentino: ultimo giorno di migrazione. I principali canali di Trento hanno già concluso la transizione al nuovo standard