Editoria, contributi: Bonaiuti quelli del 2010 saranno identici al passato

«Il decreto milleproroghe, approvato stamani dal Consiglio dei ministri, non contiene il differimento dell’entrata in vigore del riparto proporzionale dei contributi all’editoria, il cosiddetto sistema a torta, per motivi strettamente giuridici.

Questo principio infatti è contenuto in un disegno di legge ancora al vaglio del Senato e non è perciò entrato in vigore. Non può dunque essere differita l’entrata in vigore di un principio non ancora vigente nel sistema normativo. Sono state comunque stanziate, negli appositi capitoli del bilancio della presidenza del Consiglio, congrue risorse affinché le erogazioni per il 2010 in favore dell’editoria siano analoghe a quelle del passato». È quanto afferma in una nota il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria Paolo Bonaiuti. «Tutto ciò – aggiunge Bonaiuti – conferma l’attenzione del governo verso un settore in difficoltà, nonostante le ristrettezze del quadro finanziario sottolineate più volte dal ministero dell’Economia. Occorrerà adesso attendere i tempi necessari per la soluzione legislativa auspicata anche dal ministero dell’Economia, tale comunque da non pregiudicare la sopravvivenza di aziende già oggi in situazioni oggettive di crisi con la conseguenza di centinaia di posti di lavoro perduti». (Adnkronos)
printfriendly pdf button - Editoria, contributi: Bonaiuti quelli del 2010 saranno identici al passato
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Editoria, contributi: Bonaiuti quelli del 2010 saranno identici al passato

Non perdere le novità dei settori radiotelevisivo, editoriale e delle telecomunicazioni

Gratis la newsletter di NL