Giornalisti. OdG Abruzzo su corsi: attenzione a false promesse

I numerosi corsi di giornalismo organizzati da agenzie e società private non garantiscono alcuna abilitazione all’esercizio della professione o all’iscrizione nell’elenco dei pubblicisti


da Franco Abruzzo.it

A renderlo noto è l’Ordine dei Giornalisti d’Abruzzo che avverte di fare attenzione «alle false promesse» di molti enti che organizzano corsi di formazione. «A quanti intendono accostarsi a tali corsi – ha spiegato in una nota il segretario dell’Ordine, Sergio D’Agostino – deve essere tuttavia chiaro che le uniche ad essere riconosciute come abiltanti all’esercizio professionale sono le attività formative gestite direttamente (o riconosciute) dallo stesso ordine professionale. Ne deriva che tutte le altre non possono, pena la violazione della legge, promettere quanto non è nella loro disponibilità: come ad esempio l’iscrizione nell’Elenco dei pubblicisti». «In questo senso – ha aggiunto – vale la pena ricordare che le uniche norme in vigore per l’iscrizione nell’Elenco dei pubblicisti dell’Albo dei giornalisti sono dettate all’interno della legge professionale, la numero 69 del 1963. Sul sito internet dell’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo, all’indirizzo www.odg.abruzzo.it, è disponibile l’elenco integrale dei documenti che gli aspiranti all’iscrizione sono tenuti a produrre: documenti che non prevedono il rilascio di attestazioni di sorta al termine della frequenza di corsi gratuiti (o a pagamento) organizzati da soggetti pubblici o privati, ma solo di quella del direttore responsabile della testata con cui si collabora». (ANSA)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Giornalisti. OdG Abruzzo su corsi: attenzione a false promesse

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL