Informazione e controllo dei media. Utelit: “Problema serio. Occorre intervenire dal basso, facendo crescere l’informazione locale”

«Uno dei problemi della democrazia imperfetta in Italia è nell’uso della stampa per colpire gli avversari politici invece che per informare gli italiani dei fatti complessi della nostra società e aiutarli a capire». Lo dichiara Rocco Monaco, presidente di Utelit Consum, rispetto alle recenti polemiche che hanno coinvolto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e che hanno determinato le dimissioni del direttore di "Avvenire", Dino Boffo. «Tutti, e in particolare i più giovani, hanno necessità di comprendere la realtà delle cose invece che essere sottoposti a un bombardamento mediatico che spesso stordisce invece che far capire». Per Monaco «un problema molto serio è la concentrazione dei mezzi di comunicazione in poche mani, facendo perdere all’informazione un adeguato pluralismo». Per il presidente di Utelit Consum «occorre valorizzare sempre più la qualità dell’informazione locale, che richiede professionalità e rigore, senza inseguire modelli di spettacolarizzazione che richiamano l’audience nel breve periodo. Serve serietà e qualità per superare modelli di volgarizzazione della comunicazione e dello spettacolo che non appartengono all’immagine d’una società sana».
 
 
 
printfriendly pdf button - Informazione e controllo dei media. Utelit: "Problema serio. Occorre intervenire dal basso, facendo crescere l'informazione locale"
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Informazione e controllo dei media. Utelit: "Problema serio. Occorre intervenire dal basso, facendo crescere l'informazione locale"

Non perdere le novità dei settori radiotelevisivo, editoriale e delle telecomunicazioni

Gratis la newsletter di NL