Libri. Le incompatibilità per i pubblici dipendenti, le consulenze e gli incarichi dirigenziali esterni

Le pubbliche amministrazioni fanno spesso ricorso a soggetti esterni sia per svolgere compiti istituzionali che, di regola, dovrebbero essere espletati da personale interno, sia per il conferimento di incarichi dirigenziali a termine a privati di elevata professionalità.

La normativa in materia è stata oggetto di moltissime pronunce della magistratura e di Circolari esplicative della Funzione pubblica. Il testo in esame, la cui stesura è stata coordinata da Vito Tenore, Magistrato della Corte dei conti e docente presso la Scuola Nazionale dell’Amministrazione, nel primo capitolo offre un fondamentale ausilio rivolto alle amministrazioni per conferire correttamente gli incarichi esterni, al fine di prevenire contenziosi e responsabilità disciplinari, amministrativo-contabili, civili e dirigenziali. Queste ultime possono derivare da errori procedurali o da mancata pubblicità nella prescritta anagrafe o dal non aver dato trasparenza alle richieste di esperti tramite pubblicazioni telematiche. Il testo valuta anche i presupposti per legittimi incarichi dirigenziali ex art. 19, co. 6, d.lgs. 165 del 2001, a soggetti di particolare competenza, istituto di innegabile astratta utilità, ma di difficile concreta attuazione in un Paese ove, al pari degli incarichi di studio e consulenza, gli incarichi dirigenziali esterni risentono di inopportune influenze politiche o di pressioni di entità trasversali. Il secondo macro-argomento analizzato nel testo attiene agli incarichi "esterni" conferiti da soggetti pubblici o privati ai pubblici dipendenti: il complesso regime in materia (attività vietate, attività autorizzabili, attività liberalizzate) delineato dall’art. 53 del d.lgs. 165, viene analiticamente vagliato alla luce della più autorevole giurisprudenza e delle basilari circolari della Funzione pubblica e dell’Anagrafe delle prestazioni. Il terzo capitolo, curato da Maria Antonietta Tilia (avvocato specializzato in diritto sindacale del lavoro e della previdenza sociale, nonché Dirigente dei Ruoli della Presidenza del Consiglio dei Ministri con l’incarico di Direttore del servizio per l’informazione statistica e la gestione integrata delle banche dati del Dipartimento della funzione pubblica), descrive ed esplicita il regime dell’Anagrafe delle prestazioni, basilare strumento di monitoraggio e trasparenza degli incarichi conferiti dalle pubbliche amministrazioni e presupposto per un’oculata strategia di spesa. Un’accurata appendice normativa correda il testo, fornendo all’operatore esperto nel settore (amministratori, dirigenti, magistrati, avvocati, tecnici, studiosi) tutta la normativa in materia esplicativa sul delicato tema degli incarichi interni ed esterni, al fine di prevenire errori e gravi responsabilità. Il volume in esame è il manuale ufficiale del seminario di aggiornamento e formazione su “Incarichi esterni e incompatibilità nel pubblico impiego” tenutosi a Roma e presso le sedi delle amministrazioni richiedenti, dall’Istituto formativo Cenacolo Giuridico; esso inoltre rappresenta una completa monografia di elevata valenza scientifica. Il testo, edito da Giuffrè Editore (www.giuffre.it), è disponibile alla vendita al costo di € 45.00. (V.R. per NL)
 
printfriendly pdf button - Libri. Le incompatibilità per i pubblici dipendenti, le consulenze e gli incarichi dirigenziali esterni
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Libri. Le incompatibilità per i pubblici dipendenti, le consulenze e gli incarichi dirigenziali esterni

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL