NEWSLINET.IT: Newsletter n. 528 del 18/11/2009

newsletter newsline logo - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 528 del 18/11/2009 newsletter title - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 528 del 18/11/2009 newsletter topright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 528 del 18/11/2009
Fanno sorridere, alla luce di quel che è successo in questi primi due giorni di digitale terrestre laziale, i proclami entusiastici di Paolo Romani. Davanti al disastro di utenti persi nella sintonizzazione di decoder (quando li avevano) o nella ricerca di programmi perduti (nell’inferno LCN)  e di (…)
 
Corrado Calabrò spiazza tutti con un’affermazione, nei fatti, pro-Sky: RAI per poter consentire a tutti gli utenti la fruizione televisiva "dovrà stare su tutte le piattaforme tecnologiche, quindi anche sul satellite".
 
Tutto come previsto: Mediaset ha presentato un esposto all’Autorità Antitrust in relazione alla Digital Key annunciata da Sky Italia.
Il Corecom Lombardia ha approvato il 5 novembre scorso la graduatoria per l’erogazione dei contributi alle emittenti televisive lombarde.
Non ci siamo. La soluzione proposta da DGTVi ad Agcom per la disciplina dei logical channel number in ambiente digitale terrestre non convince.
"Altro che rivoluzione tecnologica. Il passaggio dall’analogico al digitale si sta rivelando un vero e proprio disastro. Numerosi i romani che stanno infatti riscontrando problemi di ricezione del segnale e che per questo dovranno affidarsi al satellite.
Il mercato della pubblicità televisiva potrebbe cadere del 30% nel 2009 e impiegare due o tre anni per ritornare ai livelli pre-crisi. Lo ha detto oggi il presidente di Telecinco Alejandro Echevarria.

L’equivalente elvetico del nostro MSE-Com, l’Ofcom, torna sulla questione della concentrazione della proprietà dei mass media, pubblicando sul Web il rapporto destinato al Segretario di stato per la Cultura, i media e lo sport e relativo alle raccomandazioni sui mutamenti da apportare alla attuale legislazione in materia.

"Nel passaggio a Roma dall’analogico al digitale, stupisce che alcuni giornali abbiano prese per buone le valutazioni del direttore dell’Auditel Walter Pancini – uno dei sostenitori del digitale terrestre – che senza disporre degli strumenti necessari ha rilasciato dati percentuali ottimistici da considerare privi di fondamento".
Secondo la Corte d’Appello di Milano, sentenza 31 agosto 2009 n. 2156, sotto l’egida del diritto di critica rientra a pieno titolo anche quello di satira.

"Secondo il viceministro al MSE Paolo Romani l’operazione dello switch off nel Lazio sarebbe stata un successo. Evidentemente non ha ricevuto le proteste dei consumatori imbestialiti che ieri si sono ritrovati con la scritta "nessun segnale’ o con lo schermo blu".

Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione
Approvazione delle linee-guida sul contenuto degli ulteriori obblighi del servizio pubblico generale radiotelevisivo ai sensi dell’art. 17, c. 4 L. 112/2004 e dell’art. 45 c. 4 D. Lgs. 177/2005
"La Regione e l’assessorato alla Tutela dei Consumatori hanno messo in campo diverse iniziative per aiutare le persone a far fronte ai problemi legati allo switch-off".
Bilancio effettuato nell’ambito della conferenza stampa di presentazione dello sweep voluto dalla Commissione Europea. Grazie al monitoraggio dei siti internet condotto in parallelo con gli altri 26 Paesi dell’Unione, oltre a Islanda e Norvegia, concluse 4 istruttorie con sanzioni complessive per circa 2 milioni di euro.
"Il Senato, nei giorni scorsi, ha bocciato gli emendamenti alla Finanziaria 2010 presentati da vari senatori, e sostenuti dalla FRT, con la finalità di riportare gli incentivi previsti della legge 28 dicembre 2001, n. 448, sui livelli degli ultimi due anni".
Una riduzione del 30% sulla spesa del canone Rai del prossimo anno, come compensazione dei disagi subiti dai romani per il passaggio al digitale terrestre.
Il Garante per la protezione dei dati personali è intervenuto nuovamente per combattere l’invio di pubblicità indesiderata via fax. Dall’inizio del 2009 sono oltre 500 le segnalazioni già pervenute al Garante da cittadini e imprese che denunciano questa tecnica di spam.
"Siamo la prima capitale d’Europa ad avere il digitale terrestre, si sentiva e leggeva nei giorni scorsi. Peccato che Berlino, che ci risulta essere la capitale della Germania, lo abbia gia’ dal 2003", ci scrive oggi l’associazione ADUC.
Molte le segnalazioni giunte ieri al Codacons da parte di cittadini della capitale che si ritrovano nell’impossibilità di vedere normalmente i canali televisivi a causa dello switch-off.
Si terrà il 24 novembre la terza edizione del dibattito organizzato dall’Associazione Consumers’ Forum al fine di riflettere “sull’impegnativo ruolo che le Autorità di Regolazione dovrebbero svolgere per dimostrare come sia possibile coniugare in maniera virtuosa e contestuale lo sviluppo dei mercati e la tutela del consumatore”.
A fine 2009 il mercato televisivo italiano – canone, pubblicità, abbonamenti e servizi a richiesta all’utente finale – raggiungerà complessivamente gli 8,4 miliardi. Con una crescita di poco superiore all’1% annuo varrà, a fine 2011, 8,9 miliardi.
Chi effettua la vendita on line di beni da consegnare tramite spedizioniere non ha l’obbligo di certificazione fiscale, ma deve comunque registrare i corrispettivi ricevuti (come previsto dal D.P.R. n. 633/72).
E’ stata emanata dal ministero del Welfare una circolare che fornisce chiarimenti per l’applicazione corretta del Testo Unico sulla sicurezza, che ha modificato significativamente la disciplina intera e anche il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.
Trasparenza, meritocrazia, valutazione e performance sono le parole chiave per comprendere la portata innovativa della riforma della pubblica amministrazione – il cui decreto attuativo è entrato in vigore il 15 novembre scorso.
"Le operazioni per il passaggio delle reti Rai dal sistema analogico al digitale terrestre nel Lazio, cominciate stamattina, sono state concluse positivamente, da parte di Rai Way, entro i tempi previsti e con successo".
Si chiude una giornata campale per il digitale terrestre. Da oggi Roma è la prima metropoli europea all-digital. O almeno dovrebbe esserlo. Perché, infatti, moltissime sono le famiglie oscurate dalla televisione per tutta una serie di motivi.
Consultazione pubblica concernente i modelli Q1 e Q2 dell’informativa economica di sistema. (Deliberazione n. 559/09/CONS)
Roma è da oggi la prima grande metropoli europea ad essere, televisivamente parlando, all-digital. In realtà c’è poco da esultare, perché da stamattina alle ore 10.00 la capitale, per gli utenti e per molte emittenti, è un vero e proprio inferno.
On line il nuovo bollettino della Autorità garante per la concorrenza ed il mercato.

Ulteriori disposizioni in materia di blocco permanente di chiamata di cui all’allegato 1 della delibera n. 418/07/CONS. (Deliberazione n. 600/09/CONS). (09A13399)

Mentre non sono ancora sbrogliati alcuni nodi che potrebbero condurre all’oscuramento totale di intere aree minori (per lo spegnimento dei cd. "art 30 D.Lgs 177/2005") o di alcuni programmi (per la dimenticanza di impianti modificati dall’AGO nel Master Plan), inizia la migrazione laziale verso il digitale.
"Venerdi 13 novembre ci ha lasciato improvvisamente Domenico D’Alessandro.  Una delle colonne portanti nella storia delle telecomunicazioni e della emittenza radio italiana".
"Costantino Federico, editore di Retecapri, non ci sta a fare il “pollo” nel “consiglio di volpi” partorito nelle stanze riservate e segrete del DGTVi".
Se n’è andato ieri in punta di piedi, vicino alla verde Brianza lecchese che tanto amava e che avrebbe voluto frequentare ancor di più con l’ormai prossima pensione.
"E’ finalmente arrivato l’accordo sulla numerazione", esultava Ambrogetti, presidente di Dgtvi, l’altro giorno. In realtà non c’è nulla di nuovo e c’è ben poco da trionfare. Almeno per le locali.
Se partiamo così, partiamo proprio male. Il Lazio è la prima grande regione (radioelettricamente parlando) ad essere switchoffata. Ma, a poche ore dall’evento, le emittenti non sanno ancora di che morte morire.
L’aula del Senato ha approvato questo pomeriggio la Finanziaria 2010 che ora passa all’esame della Camera. Fra le variazioni approvate oggi, un corposo emendamento del relatore con microinterventi a settori vari. E’ stato invece giudicato inammissibile l’emendamento che voleva introdurre nel testo la Banca per il Sud.
L’Autorità Garante per la privacy ha avviato l’esame della segnalazione con la quale Roberta Serdoz ha lamentato una violazione della sua sfera personale e familiare in relazione alle modalità con cui numerose testate giornalistiche hanno trattato la vicenda che ha coinvolto il marito, Piero Marrazzo.
Segnalazioni dell’Onorevole Silvana Mura (Italia dei Valori – Lista Di Pietro) nei confronti della societa’ Rai Radiotelevisione Italiana S.p.a. (Emittenti televisive in ambito nazionale Rai Uno e Rai Due) per la presunta violazione degli articoli 3 e 7 del decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177 e della legge 22 febbraio 2000, n. 28
Segnalazioni dell’Onorevole Silvana Mura (Italia dei Valori – Lista Di Pietro) nei confronti della societa’ R.T.I. Reti Televisive Italiane S.p.a. (Emittenti televisive in ambito nazionale Canale 5, Italia 1 e Rete 4) per la presunta violazione degli articoli 3 e 7 del decreto legislativo 31 luglio 2005, n. 177, della legge 22 febbraio 2000, n. 28 e della Delibera n. 22/06/CSP del 1° febbraio 2006
"Dal 16 al 30 novembre il Lazio passa definitivamente alla televisione digitale terrestre, con l’esclusione di alcune aree della provincia di Viterbo".
La vendita on line di beni da consegnare tramite spedizioniere è inquadrabile, ai fini Iva, nel concetto di commercio elettronico indiretto ed è assimilabile alla vendita per corrispondenza.
Sarà dura che la proposta di riforma della professione forense del CNF passi. Almeno nell’attuale formulazione. Sono, infatti, ormai troppi i fronti di contestazione aperti contro di essa.
Nel corso della riunione odierna il Consiglio dell’Agcom ha avviato la discussione sulla questione dell’impiego in ambiente digitale terrestre dei numeri LCN.
A quanto risulta a questo periodico, il confronto sulla gestione della funzione che permette di assegnare automaticamente ad ogni servizio tv ricevuto una posizione
"Il canone RAI, a giudizio del Partito Pensionati, è totalmente ingiustificato", ha dichiarato il Segretario Nazionale del Partito Pensionati, Carlo Fatuzzo.
Curioso che certi esempi di buona amministrazione giungano dagli organi più bistrattati del Ministero dello Sviluppo Economico: gli Ispettorati territoriali.
"Se non compri il decoder non vedi piu’ niente". Questa la pubblicita’ a piena pagina sui quotidiani romani relativa al passaggio al digitale terrestre nel Lazio dal 16 prossimo.
 
Nei giorni scorsi negli Stati Uniti Ando Media, la Arbitron della radio online, la società cioè che misura il successo delle emittenti su Web (incluse quelle che appartengono alla Katz Online Network, la più estesa del paese), ha convocato una conferenza stampa su Internet, per commentare la pubblicazione dei dati di ascolto da maggio a settembre.
"L’emittente del Gruppo Finelco è il medium con il maggior numero di fan", dichiarano dal quartiere generale di Largo Donegani.
 
"Una transizione attesa con qualche incognita e che invece dal punto di vista della riattivazione degli impianti si è sviluppata senza problemi grazie all’impegno dei tecnici e alla collaborazione dei cittadini", commenta il presidente Luis Durnwalder, che ad inizio ottobre aveva presentato lo switch off con il viceministro al MSE-Com Paolo Romani.
Estratto da una circolare della struttura di competenze a più livelli Consultmedia (collegata a questo periodico)
La crisi non risparmia nemmeno Cologno Monzese. I primi nove mesi del 2009 hanno fatto segnare al gruppo Mediaset ricavi netti consolidati per 2.652,1 milioni che corrispondono ad un  -11,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.
Il 5 novembre, la Commissione Cultura della Camera dei Deputati ha avviato la discussione della proposta di legge presentata da un gruppo di parlamentari, tutti per lo più giornalisti, che prevede la modifica, in alcuni suoi punti, della legge istitutiva dell’Ordine dei giornalisti.
Dopo due settimane di lavori per la digitalizzazione degli impianti, suddivisi in otto aree, si è completato oggi con Bressanone e la val d’Isarco il passaggo in Alto Adige dal sistema analogico alla TV digitale.
750milioni di dollari. E’ questo il prezzo che Google è disposta a pagare per posizionarsi sulla frontiera di un nuovo interessante mercato: quello della pubblicità sui cellulari.
L’editoria è in crisi? Certamente. Devono cambiare i modelli economici alla base della diffusione di quotidiani e periodici online?
Da gennaio a settembre gli investimenti pubblicitari ammontano a 5.990 milioni di euro con una flessione del -16,0% rispetto al corrispondente periodo del 2008. Settembre 2009 verso settembre 2008 la variazione è del -12,8%.
"L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni esprime grande sorpresa per alcune notizie di stampa relative alle linee guida del contratto di servizio della Rai 2010-2012 inviate al ministero per lo Sviluppo economico per il prescritto concerto", recita una nota odierna dell’organo di garanzia nelle tlc.
Nel corso di un’intervista su Sky News Australia, Rupert Murdoch aveva minacciato Google di andarsene dalla sezione News.
 
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 528 del 18/11/2009
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 528 del 18/11/2009

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL