NEWSLINET.IT: Newsletter n. 570 del 15/09/2010

newsletter newsline logo - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 570 del 15/09/2010 newsletter title - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 570 del 15/09/2010 newsletter topright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 570 del 15/09/2010
”La scelta del Ministero dello Sviluppo economico di concedere una nuova frequenza del digitale terrestre a Mediaset presenta indubbiamente degli aspetti controversi, anche se dovesse realmente essere legata a una sperimentazione”.
 
Inizialmente sembrava una boutade, poi invece si è scoperto che la proposta vagliata positivamente dalla Regione Abruzzo per risolvere l’annoso problema dell’inquinamento elettromagnetico del colle San Silvestro, sopra Pescara, era molto di più.
 
In attesa dei nuovi dati Audiradio in un anno di difficilissima gestione della società di diritto privato riconosciuta come unico certificatore degli ascolti radiofonici italiani (pubblici e privati), si continuano a registrare critiche nei confronti dell’indagine.
Mentre è attesa la decisione dell’Agcom sulla richiesta delle tv locali di ripristinare l’elenco previgente dei canali riservati dal Piano delle Frequenze agli operatori di rete nazionali (attuali e nuovi entranti), giunge notizia che questa settimana l’UE si potrebbe esprimere su una data coordinata di destinazione dei canali dal 61 al 69 UHF per il potenziamento di internet wireless.
Gli operatori di rete che svolgono la propria attività nelle aree transitate in via definitiva alla trasmissione televisiva digitale terrestre possono presentare domanda per accedere ai contributi previsti dall’art. 45, comma 3, della legge 23 dicembre 1998, n. 448.
 

Le imprese piccole, medie e grandi operanti in Sicilia, Campania, Puglia e Calabria che effettuano investimenti in innovazione, ricerca ed energie rinnovabili avranno a disposizione risorse per 500 milioni di euro.
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 570 del 15/09/2010
On line il nuovo bollettino della Autorità garante per la concorrenza ed il mercato
Per ottenere il risarcimento per danni derivante da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità sarà necessario esperire preliminarmente il tentativo di conciliazione.
“Nel lungo termine la televisione connessa a internet sarà un enorme business, ma siamo ben lontani da quello che davvero vogliono i consumatori e che determinerà il suo successo”.
Martusciello al posto di Innocenzi come commissario dell’Agcom: ovvero, come risolvere una situazione scomoda rendendola ancora più scomoda.
Amazon, il più grande portale al mondo per l’acquisto di libri online e e-book si lancia nel mercato della radiofonia via web. Il progetto è complesso e prenderà vita a brevissimo termine.
Screen Service Broadcasting Technologies S.p.A. ha ricevuto un ulteriore ordine per la fornitura di trasmettitori da Arqiva, società inglese operante nelle infrastrutture di rete e servizi media.
L’Agenzia delle Dogane e la Società Italiana degli Autori ed Editori – SIAE – hanno firmato recentemente un protocollo d’intesa finalizzato al contrasto dell’evasione dei compensi per copia privata, dovuti da chi fabbrica o importa nel territorio dello Stato, per finalità commerciali, apparecchi di registrazione e supporti vergini, atti alla registrazione ad uso personale di opere tutelate.
Nel febbraio del corrente anno Agcom contestava ad una società concessionaria per la radiodiffusione sonora di carattere commerciale in ambito locale la violazione della disposizione contenuta nell’art. 20, comma 4 della legge 223/1990.
Tv e radio guadagnano posizioni rispetto ai new media  che hanno fino ad oggi dominato i mercati pubblicitari, soprattutto negli anni  più bui della crisi che molti ritengono superata.
Lunedi’ la giunta regionale si pronuncera’ sull’annoso problema della delocalizzazione delle antenne di San Silvestro.
Entreranno in vigore il prossimo 21 settembre i nuovi i termini di conclusione dei procedimenti amministrativi di competenza della Presidenza del Consiglio dei Ministri, aventi durata pari e superiore ai novanta giorni.
Non si sa ancora se e quanto l’iPad e le altre tablet pc faranno guadagnare ai quotidiani, ma è certo che le nuove tecnologie dilagano nell’editoria tradizionale a macchia d’olio.
Questa settimana la nostra rubrica presenta due pionieristiche emittenti del Veneto targate 1974: Radio Montegrappa e Radio Oreb (questa ultima ancora in onda, a contendere il primato di continuità a poche altre antiche stazioni private).
Nokia Siemens Networks ha presentato un nuovo client software progettato per interagire con qualsiasi dispositivo, dotato di schermo, offrendo la possibilità agli utenti di vedere la televisione attraverso qualsiasi rete.
La Vice Direzione Generale per il Coordinamento dell’Offerta precisa che "nel mese di agosto 2010 il TG1 delle 20:00 ha incrementato l’ascolto di 471 mila telespettatori rispetto al corrispondente periodo del 2009".
Non si può dire che le aspettative di Telecom Italia Media Broadcasting siano state tradite. La7, grazie anche e soprattutto a quel grande professionista che si è confermato essere Enrico Mentana, sta crescendo esponenzialmente per quanto concerne i programmi di informazione e approfondimento.
Stop alla profilazione occulta degli ascoltatori che si registrano sui siti delle web radio per pubblicare video, foto, brani musicali e partecipare a concorsi a premi on line, votando i contenuti preferiti.
Disciplina dei tempi dei procedimenti. (Deliberazione n. 401/10/CONS). (10A10875)
Regolamento riguardante i termini di conclusione dei procedimenti amministrativi di competenza della Presidenza del Consiglio dei Ministri, aventi durata non superiore ai novanta giorni, in attuazione all’articolo 2 della legge 7 agosto 1990, n. 241. (10G0164)
Regolamento riguardante i termini di conclusione dei procedimenti amministrativi di competenza della Presidenza del Consiglio dei Ministri, aventi durata superiore ai novanta giorni, in attuazione all’articolo 2 della legge 7 agosto 1990, n. 241. (10G0163)
Sembrava fatta a fine luglio. Poi l’upgrade di Paolo Romani da viceministro del MSE con delega alle Comunicazioni a ministro era stata gelata da un ufficioso segnale negativo del Quirinale che avrebbe lamentato l’eccessiva vicinanza del giornalista ex editore televisivo agli affari di famiglia del premier.
L’essere stata la prima fonte informativa a dare notizia del ko dei tavoli tecnici dell’area tecnica 3 DTT ha fruttato a questo periodico un boom di visitatori ed un’impennata delle iscrizioni alla newsletter.
”La Commissione di vigilanza della Rai esprima una mozione di censura sull’operato del direttore del Tg1”: lo ha chiesto l’ex segretario della Federazione nazionale della stampa, Paolo Serventi Longhi, oggi, a Ruda (Udine), a un convegno regionale dello Spi-Cgil.
"Impedire le dirette integrali degli incontri concedendo solo finestre di tre minuti ogni quarto d’ora, se e’ vero che tutela Radio Rai, che si e’ garantita i diritti in esclusiva, penalizza pero’ nel contempo il vastissimo pubblico delle emittenti locali".
Facebook, YouTube, ITunes, le "killer application" dell’attuale internet, sintetizzano nei loro marchi e nei relativi servizi ciò che gli utenti della rete vogliono e cercano più di ogni altra cosa: relazioni, video, musica.
Come noto, l’articolo 2 comma 8 della Legge 241/1990 fornisce tutela giudiziaria contro ritardi e inerzie della pubblica amministrazione.
Guido Passalacqua, giornalista di Panorama e poi di Repubblica prima come redattore e poi come inviato è morto stamani a Milano.
”Chiunque sia dotato di buonsenso e di memoria lunga non puo’ che sospettare che dietro le mosse del Ministero guidato ad interim dal Premier ci siano manovre per avvantaggiare le proprie tv a danno del pluralismo alla vigilia dello switch-off nel nord del Paese, ponendo le condizioni per riprodurre il duopolio dell’analogico anche nel digitale terrestre”.
Sara’ all’attenzione del consiglio dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni, convocato per oggi dopo la pausa estiva, a l’esame del disciplinare di gara per l’assegnazione delle frequenze derivanti dal cosiddetto ‘dividendo digitale’, con la modalita’ del ‘beauty contest’.
”Abbiamo appreso che il viceministro Romani, gia’ socio di Berlusconi ed ex editore, sta favorendo palesemente Mediaset. Il ministro Berlusconi, d’accordo con il suo vice, si e’ concesso per la sua azienda una frequenza sul digitale, ancora prima che sia stata indetta la gara".
"Nella discesa agli inferi cui sta sospingendo l’Italia la destra berlusconiana – dice in una nota Vincenzo Vita, senatore del Pd e componente della commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai – ci mancava un altro tassello: il
"Rinviare lo switch off nazionale. Questo l’appello che faccio al governo e all’Autorità per le Comunicazioni". Lo dice Vincenzo Vita, senatore Pd e componente della Commissione di Vita.
Prima dell’avvio del beauty contest per l’assegnazione dei cinque multiplex per il digitale terrestre, Mediaset si è già aggiudicata uno dei canali del dividendo.
"Avevo più volte rilevato, nelle sedi opportune, come il piano delle frequenze elaborato dall’Autorità mettesse a rischio la transizione al digitale terrestre per l’emittenza locale".
Bando di concorso per l’attribuzione di contributi, alle emittenti televisive locali, per l’anno 2010. (10A10896)
 
La verità è che gli abbonamenti online non riusciranno, almeno per come sono organizzati attualmente, a compensare il crollo di fatturato dei quotidiani tradizionali.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 570 del 15/09/2010