Ordine, Fnsi e Unci incontrano i capi delle Procure di Venezia dopo una serie di perquisizioni

I magistrati assicurano “attenzione e vigilanza”


da Franco Abruzzo.it

Venezia, 21 febbraio 2008. Il dovere è quello di “informare correttamente e in modo trasparente i cittadini nonostante gli interventi della magistratura”. E’ quanto hanno sostenuto oggi a Venezia il presidente dell’Ordine dei giornalisti Lorenzo Del Boca, il segretario della Fnsi Franco Siddi e il presidente dell’Unione Nazionale dei Cronisti Italiani, Guido Columba ospiti del Presidente dell’Ordine del Veneto, Gianluca Amadori. L’incontro è stato organizzato dopo una serie di perquisizioni e sequestri di cui sono stati oggetto alcuni cronisti veneti a seguito della loro attività professionale. Nella sede dell’Ordine del Veneto il problema dei rapporti tra stampa e magistratura è stato trattato dopo due incontri che Del Boca, Siddi, Columba, Amadori hanno avuto con il Procuratore generale per il Veneto, Ennio Fortuna, e il Procuratore di Venezia, Vittorio Borraccetti. Del Boca, Siddi e Columba hanno sottolineato come troppo spesso l’attività della magistratura non sia condivisibile “per metodi, tempi e motivazioni”, ma hanno anche richiamato ai doveri professionali dei giornalisti, che devono saper parlare e a volte tacere per non pregiudicare un’indagine. Resta il fatto – è stato detto – che il diritto di cronaca è essenziale e va difeso. I procuratori – è stato riferito – nel corso dei distinti incontri hanno assicurato maggiore attenzione e vigilanza sulla questione. (ANSA)

Send Mail 2a1 - Ordine, Fnsi e Unci incontrano i capi delle Procure di Venezia dopo una serie di perquisizioni

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL