Pubblica amministrazione, la Relazione al Parlamento del ministro Brunetta

Il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta, ha presentato il 15 ottobre scorso al Parlamento la "Relazione sullo stato della P.A. – Anno 2008", che fa il punto su un anno di riforme.

Nella Relazione il ministro Brunetta dà conto delle iniziative realizzate per mettersi dalla parte dei cittadini, semplificando la loro vita. Innanzitutto "Reti amiche": un servizio a costo zero che grazie ad accordi con reti private già esistenti mette a disposizione dei clienti della PA 30 mila nuovi sportelli. Dalla fine di marzo è partita la sperimentazione di una forma innovativa di "costumer satisfaction": negli uffici di diversi Comuni, (Poste italiane, Inps, Enpals e Aci), il cittadino dispone di touch screen con le ormai classiche "faccine" denominata operazione "Mettiamoci la faccia". Sempre sul fronte dell’innovazione e digitalizzazione della PA e del Paese è stato già varato il piano " e-Gov 2012, per una nuova politica dell’innovazione", articolato lungo tre assi: Pubblica amministrazione (eGovernment), imprese e cittadini (iEconomy/iSociety), con l’obiettivo di integrare le politiche per l’innovazione per la pubblica amministrazione con gli interventi per l’innovazione per le imprese e per i cittadini. I provvedimenti normativi presentati nel corso dell’anno 2008 intendono riformare la PA, per farne uno strumento della ripresa economica, istituzionale e morale del Paese.
printfriendly pdf button - Pubblica amministrazione, la Relazione al Parlamento del ministro Brunetta