Pubblicità. Primo bimestre 2015: calano quasi tutti i mezzi mentre la radio fa un balzo in avanti (+5,2%)

Il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia nel primo bimestre dell’anno ha segnato un calo del -5,2% rispetto allo stesso periodo del 2014, pari a circa 48,9 milioni in meno.

"Dopo un gennaio negativo oltre le aspettative – afferma in una nota il managing director Nielsen Alberto Dal Sasso – il mese di febbraio mostra un miglioramento del trend che ci fa essere più ottimisti in vista di Expo". "Il mese di marzo – segnala poi – confermerà il trend positivo di avvicinamento a quota zero, anche se solo le analisi sul secondo trimestre potranno darci un’idea più chiara dell’andamento del 2015". "Diversi indicatori macroeconomici ci mostrano l’Italia in uscita dal periodo di crisi a condizione che siano messe in atto le riforme annunciate dal Governo – prosegue Dal Sasso di Nielsen -. Ci aspettiamo un’accelerata in tal senso, che possa dare fiato anche al mercato della pubblicità". Tornando ai singoli dati, la Tv chiude il bimestre di gennaio e febbraio con un calo degli investimenti pubblicitari del 4,9%. Quotidiani e periodici registrano rispettivamente una frenata dell’8,9% e del 6,2%. Nel corso dei due mesi migliorano invece le radio, con un progresso del 5,2%, confermando l’andamento migliore rispetto al totale del mercato. E recupera Internet: relativamente al perimetro monitorato da Nielsen vede una variazione che passa a -5,3% nel bimestre. Includendo la parte di mercato non monitorata, Nielsen stima poi che il mercato digitale totale segni un calo del 2% nei due mesi. Scendono ancora il cinema (-6,2%) e il ‘direct mail’ (-13,9%). Mentre crescono dell’8,1% e del 14,1% l’outdoor e il transit. Considerando i settori merceologici, crescono media ed editoria (+7%), frena l’automotive (-10,2%) e distribuzione (-9%), e si riducono anche gli investimenti pubblicitari delle telecomunicazioni (-14,6%, ma era -29,6% a gennaio). I maggiori apporti alla crescita arrivano invece da bevande (+19,5%), giochi (+18), servizi professionali (+12,4%) e cura persona (+10,8). (ANSA)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Pubblicità. Primo bimestre 2015: calano quasi tutti i mezzi mentre la radio fa un balzo in avanti (+5,2%)

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL