Radio, nuova concessionaria nazionale s’affaccia sul mercato

Come avevamo supposto su queste pagine in numerose occasioni, il vuoto lasciato dal forfait di Radio & Reti e lo scarso dinamismo delle concessionarie delle radio locali esistenti lasciava presumere l’ingresso nel mercato di riferimento di nuovi soggetti.

Così, dopo la non esaltante perfomance della Visibilia di Daniela Santanché, l’ingresso sottotono di Guido Veneziani col circuito Top Network e la (decisamente) poco convinta gestione integrativa di stazioni areali da parte di concessionarie di radio nazionali, proverà a smuovere le stagnanti acque Team Radio, nome forse provvisorio della concessionaria captive di alcune radio del nord Italia: Company, Number One (che recentemente ha acquisito struttura e brand della ligure Radio Nostalgia) e Radio Italia Anni 60. Ovviamente, con un così limitato numero di emittenti (e conseguentemente di ascolti), le possibilità di affermazione della neoconcessionaria (che dovrebbe essere operativa da febbraio 2015) in un comparto dove i numeri se non sono tutto poco ci manca, sarebbero limitate, sicché è lecito attendersi una campagna acquisti presumibilmente sull’intero territorio nazionale, considerato che le stazioni dei fondatori, in parte sovrapposte come copertura, interessano solo alcune regioni del nord Italia. A dirigere Team Radio dovrebbe essere un ex di Radio & reti: Chiara Zanoni, che entrerà in diretta concorrenza con PRS, concessionaria fino a fine 2014 delle tre radio. A sua volta, PRS (che interagisce con Manzoni, del gruppo Elemedia) sembra dedita a coltivare progetti in proprio, stante le dichiarazioni inerenti Radio Novella 2000, contenuto veicolato in Lombardia e Piemonte su vettori del gruppo Mediahit, ma in procinto (a dire dei promotori) di svilupparsi in altre aree (non è stato reso noto con quale formula). (M.L. per NL)
printfriendly pdf button - Radio, nuova concessionaria nazionale s'affaccia sul mercato