Radio. Si pensa al digitale ma si confida nell’FM. Audiradio continua a premiare le reti meglio dotate a livello analogico

Analizzando i dati del 2009 di Audiradio si scopre che…non c’è nessuna novità a riguardo dei meccanismi di premiazione degli ascolti.

E’ vero che il marchio e la promozione (soprattutto tv) fanno molto; è altrettanto incontestabile che i contenuti incidono tantissimo. Ma è anche innegabile che senza un robusto segnale FM analogico non si va da nessuna parte. Così, studiando l’ultimo bimestre dello scorso anno dell’indagine Audiradio che, pur contestata, è l’unico parametro su cui fondare i ragionamenti radiofonici, si deduce abbastanza chiaramente che ad essere promosse sono sempre le reti nazionali meglio dotate a livello impiantistico terrestre (le altre subiscono spaventosi e preoccupanti sali e scendi). Antenna%20Valcava%20Vetta - Radio. Si pensa al digitale ma si confida nell'FM. Audiradio continua a premiare le reti meglio dotate a livello analogicoCosì, in un’epoca dove l’ascolto in streaming pure supera ormai il 20% del totale degli utenti della radio, a lasciare sul terreno di battaglia radiofonico quote consistenti di utenti sono prevalentemente le reti che da sempre soffrono di strtture impiantistiche poco performanti, di segnali deboli o di coperture a macchia di leopardo, mentre le emittenti che, anche in periodo di magra, hanno investito in segnali analogici FM (magari attraverso strategiche permute, mettendo in gioco impianti ridondanti), hanno ottenuto buoni risultati. Va da sé che  diversi editori radiofonici nazionali, anche confidando negli ottimi segnali di ripresa della pubblicità sul medium, hanno pertanto ricominciato a prestare attenzione all’implementazione della rete, destinando all’uopo budget nel 2010. E lo hanno fatto o lo stanno facendo probabilmente anche ragionando sul fatto che il regolamento per la radio digitale recentemente licenziato da Agcom assegna alla modulazione di frequenza un ruolo di primo piano nel panorama italiano ancora per molto, molto tempo. Per cui: bene investire in nuove tecnologie presidiando mercati che in futuro potrebbero dare ottimi riscontri, ma senza dimenticare che oggi si campa ancora di analogica FM.

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Radio. Si pensa al digitale ma si confida nell'FM. Audiradio continua a premiare le reti meglio dotate a livello analogico

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL