Radio, sorpresa: la pubblicità nazionale riprende bene a settembre-ottobre. Al top RTL e Finelco

L’Osservatorio FCP-Assoradio ha raccolto i dati relativi al fatturato pubblicitario del periodo Gennaio-Settembre 2014. I dati evidenziano un aumento del fatturato pubblicitario della pubblicità nazionale radiofonica pari al +3,5% nel mese di Settembre 2014 rispetto allo stesso periodo del 2013.

Tale dato corrisponde ad un fatturato totale di € 24.293.000. Nel dettaglio, si registrano ottime performance dei principali player: Finelco, RTL 102,5, gruppo Espresso e Il Sole 24 Ore. Più a fondo, continua a galoppare la 99 Pubblicità, concessionaria captive del gruppo Finelco (al centro dell’attenzione settoriale per le vicende connesse alle partecipazioni di RCS),  che dopo aver registrato nel primo trimestre 2014 uno straordinario +11,7%, ancorché poi eroso dagli effetti dei terribili tre mesi successivi, permeati trasversalmente da una recrudescenza della crisi economica e dall’incertezza politica, ha ripreso la crescita (ottime sarebbero i riscontri per la leader del gruppo Radio 105, mentre risultati molto incoraggianti per un riconsolidamento delle posizioni giungono da Virgin Radio e RMC). E’ andato molto bene il periodo anche per RTL 102,5 che, a fronte di un mercato pubblicitario complessivamente in calo del 4% circa (dati FCP Assoradio dei primi otto mesi 2014), già da luglio (quindi in controtendenza) ha registrato "una tenuta sulla raccolta 2013 che pensiamo di ribadire", come ha spiegato il presidente Lorenzo Suraci, precisando che ciò "di questi tempi è un bel risultato, anche perché la nostra concessionaria (Open Space, ndr) è riuscita a rispettare i nostri listini e a non svendere il prodotto». «Rispetto al 2013 la concorrenza si è molto acuita – ha continuato Suraci – ma il mezzo radiofonico è il più forte che c’è, si può ricevere in mobilità e a tutte le ore. Esprime una positività cui altri mezzi, come tv e giornali, hanno rinunciato e, magari, un po’ di crisi se la sono cercata, la gente è stufa di pensare in negativo». Su un piano inferiore ma comunque positivo si collocano le emittenti del gruppo Espresso, che si avviano a chiudere l’anno quasi in linea con il 2013. finelco%20elenco%20radio - Radio, sorpresa: la pubblicità nazionale riprende bene a settembre-ottobre. Al top RTL e FinelcoA spiegarlo a Daily-Media è stato Antonio Graziano, direttore radio tv della concessionaria Manzoni: «Settembre e ottobre sono stati positivi, e complessivamente le nostre radio sono sempre state sopra la media di mercato». Grazie agli ascolti in crescita, la seconda emittente del gruppo, Radio Capital, è oltretutto in grado di offrire più grp ai clienti pubblicitari, «e non escludo di poter portare a casa un piccolo segno positivo per fine anno». Stesso discorso per m2o, mentre vi sono note dolenti sulla “corazzata” Deejay, nei confronti della quale pesano i volumi più importanti, «anche se fino ad agosto è andata meglio del mercato e settembre e ottobre sono stati molto buoni». Secondo Graziano andrebbero molto bene le iniziative editoriali, in crescita a doppia cifra. Alla ripresa avrebbero contribuito gli investimenti del settore auto, mentre sono in calo le tlc. Buoni risultati anche Radio 24, che ha appena annunciato una joint venture editoriale (con probabili sviluppi commerciali) con RDS. Come ha spiegato ad ADVexpress Fausto Amorese, Responsabile System Radio 24, nei primi sei mesi la raccolta della radio è cresciuta dell’1,5%, facendo registrare "un dato positivo anche perchè realizzato in un mercato che è calato del 2,9%”. Finanza, assicurazioni e servizi professionali i settori principali, con un ventaglio di clienti esclusivi che rappresenta il 40% degli investitori complessivi sulla radio. Positivo anche l’andamento della raccolta a ottobre"(M.L. per NL)
 
printfriendly pdf button - Radio, sorpresa: la pubblicità nazionale riprende bene a settembre-ottobre. Al top RTL e Finelco