Rai-You Tube, cosa dice l’accordo

Altro che transazione finanziaria, come ha detto qualcuno. La Rai ha scelto una politica diversa da quella di Mediaset


da Media 2.0 il blog di Marco Mele (Il Sole 24 Ore)

Il cui presidente, Fedele Confalonieri, parla di e di contrastare l’espansione dei “giganti Internet”. L’obiettivo di Mediaset è di monetizzare i contenuti video, estendendone la finestra temporale di accesso anche dopo la trasmissione broadcast, . Mediaset, insomma, punta a diventare un editore globale e anche operatore di reti e piattaforme. Per ora ha ceduto ad Alice i tre canali pay del digitale terrestre, Joy, Mia e Steel.

La Rai preferisce procedere per alleanze, come quella siglata con You Tube.

Vi saranno su You Tube uno o più pagine e/o canali dedicati alla pubblicazione di video Rai. I contenuti saranno decisi da RaiNet, la società della Rai che opera nella Rete. Vi sarà una home page iniziale con “il meglio di…” e poi pagine per temi o per programmi. Oggi ci sono solo video brevi, in futuro, con la diffusione della banda larga, saranno veicolati anche interi programmi.

La pubblicità sarà raccolta da You Tube e Rai avrà il 55% di tali ricavi o il 33% in caso di annunci presenti su siti terzi che riprendono i contenuti di You Tube. Sul codice di autodisciplina pubblicitaria Rai e Google si sono trovati sulla stessa linea. Non viene escluso che, in futuro, anche la Sipra, concessionaria della Rai, possa gestire una porzione degli spazi del servizio pubblico su You Tube.

Protezione del copyright: Google interverrà entro poche ore o minuti, nei casi critici, dalla segnalazione.

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Rai-You Tube, cosa dice l'accordo

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL