Radio. Quale è la sostenibilità di quasi 200 stazioni sul territorio milanese? Prepariamoci a rivedere il film della metà degli anni ’80

sostenibilità mercato radiofonico

Come prevedibile, ha registrato molto interesse tra i lettori di NL l’articolo di ieri che ha fotografato l’etere milanese, rilevando la presenza di ben 186 contenuti radiofonici digitali (DAB+) tra italiani e svizzeri (ricevibili tranquillamente nelle aree a nord della Lombardia e del Piemonte orientale). Le considerazioni dei lettori, naturalmente, hanno riguardato la sostenibilità nel […]

Radio. TAR Lazio si pronuncia nuovamente sull’annosa questione dell’inclusione (o meno) delle province in campo 69 scheda B diffusori FM

scheda B, manifestazioni di interesse

Il TAR Lazio torna nuovamente ad occuparsi dell’annosa questione delle condizioni per l’inserimento o meno di una provincia nel campo 69 della scheda B ex DM 13/12/1984. Circostanza particolarmente attuale perché, come noto, la presenza di una provincia nella scheda di un diffusore FM legittimamente esercito dà diritto ad un’emittente di concorrere, con il consorzio […]

Radio Tv. OTT scelgono per FAST contenuti lineari da integrare: partendo da nome. E’ patto di fiducia con utente. Ultimo atto di processo noto

contenuti lineari

Le grandi piattaforme audio/video mondiali valutano l’integrazione della loro offerta FAST (Free ad-supported streaming television) con contenuti lineari di terze parti (di alta appetibilità quelli musicali verticali, quelli sportivi tematici e quelli di approfondimento informativo). E sapete quale è il primo elemento valutato nel generalmente esteso processo di valutazione (da 6 a 8 mesi)? Il […]

Radio e Tv. Agcom si esprime sulla vidimazione del registro programmi ex art. 20 c. 4 L. 223/1990. L’Autorità chiarisce un punto controverso

registro programmi

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni è tornata nuovamente sul tema del registro programmi, originariamente previsto dall’art. 20 c. 4 L. 223/1990, norma abrogata dall’art. 54 c. 1 lettera i) n. 8 del D. Lgs. 177/2005 con obbligo però preservato dalla Del. 664/09/CONS. Sintesi Con proprio parere, Agcom ha chiarito che i titolari di concessione […]

Radio. Editori si preparino al cambiamento: le frequenze FM varranno sempre meno ed i brand omen nomen sempre di più

un'autorizzazione, nomen, omen, trading, LCN, visual radio, 2022, trading

Dalle frequenze ai marchi: l’importanza strategica degli asset radiofonici si sposta verso i brand, in particolare quelli cosidetti nomen omen, cioè che identificano il contenuto col nome stesso. Un presidio in grado di intercettare più facilmente il pubblico di riferimento nell’ambito di un’offerta sempre più vasta e destinata ad aumentare progressivamente col consolidamento delle piattaforme digitali. […]

Radio: altra estate di passione in arrivo. Beati gli ultimi?

estate

Estate in arrivo, insieme a tensioni per gli editori radiofonici. E’ destino degli operatori radiotelevisivi italiani che il mese di agosto non coincida con quello, tipico, del meritato riposo. E, piuttosto, sia foriero di un’intensificazione delle preoccupazioni per avvicendamenti normativi e regolamentari.

Radio. Illuminare per illuminare: l’euforia della copertura più grande degli esordi FM torna col DAB. Ma ci sono conti non evidenti da pagare

copertura

C’è un retaggio dell’era analogica, anzi di quella pre-regolamentazione, che non abbandona gli editori radiotelevisivi locali. Parliamo della copertura del territorio, al di là di ragioni concrete di natura commerciale ed editoriale. Illuminare per illuminare, in sostanza. Un tempo ciò accadeva attivando trasmettitori FM o UHF fuori dal proprio bacino, nell’intento di arrivare sempre più […]

Radio. Marchetti: ho acceso la prima FM di Torino. E oggi vi spiego perché sta morendo. Eppure la soluzione è semplice ed indolore

Radio Gemini One, Mario Marchetti

Marchetti (2M telecomunicazioni): quando attivai la prima emissione FM al Colle della Maddalena a Torino (10 W sui 102,730 MHz) i primi trasmettitori di potenza erano a valvole e quindi consumavano enormemente data la poca efficienza e poi necessitavano di sistemi di ventilazione. Successivamente (anni ’80), il costo medio ponderato dell’energia giunse a 90,8 lire […]

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Radio. Quale è la sostenibilità di quasi 200 stazioni sul territorio milanese? Prepariamoci a rivedere il film della metà degli anni '80

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook, TelegramWhatsApp. News in tempo reale.

Ricevi gratis la newsletter di NL!