Telecom: Gentiloni, equivalenza accesso a rete fondamentale

Nel confronto tra Telecom e Agcom verrà qualcosa di positivo per riordino tlc – Equivalenza di accesso alla rete e’ principio fondamentale per concorrenza e qualità servizi


“Naturalmente nel confronto tra Telecom e l’Autorità delle comunicazioni verrà qualcosa di positivo per il riordino delle telecomunicazioni nel senso di equivalenza di accesso alla rete, che e’ un principio fondamentale sia per la concorrenza che per la qualità dei servizi”. Lo ha detto il ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni a margine dell’inaugurazione dello Smau alla domanda se il riassetto della Telecom avrebbe avuto ripercussioni sulla legge Gasparri.

“Naturalmente – ha aggiunto il ministro – le norme di revisione della legge Gasparri incoraggeranno questi concetti e noi, anche attraverso la legge, dobbiamo incoraggiare l’equilibrio nella competizione e l’equivalenza di accesso nella rete”. Sullo scorporo della Telecom in tre societa’ il ministro ha affermato che “sono decisioni che prenderanno gli azionisti e che riguardano il Cda; naturalmente il Paese e’ interessato al fatto che una infrastruttura così importante come la rete di Tlc, e un settore altrettanto importante come la telefonia mobile, continuino a svilupparsi come hanno fatto in questi anni e lo facciano con l’unitarieta’ che la convergenza sempre piu’ suggerisce”.

“Sullo scorporo – ha concluso – non do un giudizio: lo scorporo della rete per certi versi è una occasione per promuovere la qualita’ dei servizi e l’equilibrio di accesso; il resto sono scelte di Telecom. Al Paese credo che interessi che in un momento in cui la convergenza va avanti non si facciano passi indietro”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Telecom: Gentiloni, equivalenza accesso a rete fondamentale

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL