Televisione, Dee Jay Tv: scommessa nel 2009. Linus azzecca il momento: col DTT presto nessun parametro di riferimento

A raccontarlo sembra quasi un esperimento scientifico. E sicuramente ci sarà qualche studente di Scienze della comunicazione che presto ci farà la tesi sopra.

Queste le istruzioni: prendete un’emittente televisiva di genere musicale che naviga al largo, cambiategli qualche dettaglio della programmazione, ma soprattutto associatela ad un brand potente e fatela dirigere da una personalità. Ora, c’è qualcuno in grado di prevedere, a scatola chiusa, quali saranno gli effetti di questa operazione sui risultati economici della stazione? Se qualcuno pensa di avere la soluzione, si faccia avanti. Perché le scommesse sull’andamento di Deejay Tv, nata sulle ceneri di All Music, sono aperte. Il sempreverde Linus, deus ex machina di Radio Deejay, ha presentato l’iniziativa un po’ in sordina, ma è chiaro a tutti che la sfida sarà tosta. A rendere imprevedibile la reazione del mercato ci sono due fattori: il potentissimo marchio Deejay, identificativo della radio di diamante del Gruppo L’Espresso, al quale fa riferimento anche il network provider sul digitale terrestre Rete A, e, appunto, l’avvento del DTT, che sta alterando tutti gli equilibri d’ascolto. Un momento ideale per partire, in un certo senso, perché i parametri di riferimento, a breve, saranno totalmente azzerati. Senza fare previsioni sulla performance di Deejay Tv, proviamo a fissare qualche paletto per avere dei riferimenti. Fino a ieri All Music presentava, per quel che riguarda il 2009, dei risultati economico-editoriali non entusiasmanti. L’ascolto era insoddisfacente e il fatturato risultava, anche complice la crisi, dimezzato rispetto al 2008 (dovrebbe assestarsi attorno ai 10 milioni di euro di ricavi). Migliorare questo risultato è qualcosa che deve considerarsi scontato. Obiettivo realistico è tornare presto ai volumi degli anni d’oro di All Music, che si aggiravano attorno ai 20 milioni di euro. Per fare il botto, che consiste nel raggiungere il competitor Mtv, bisognerebbe raddoppiare tutto e arrivare ai 40 milioni di euro. Il che non è poi impossibile, considerando che Rete A, quale network provider, a breve ospiterà nel proprio mux il prodotto Cielo di Rupert Murdoch, che certamente contribuirà a rendere accattivante l’offerta editoriale della tv de L’Espresso. 10, 20, 40, sono quindi i numeri che Linus si giocherà sulla ruota di Bari il prossimo anno. Per ora si è presentato (molto strategicamente) in modo quasi dimesso, dicendo che vuole andare per gradi, elevando la qualità della programmazione e coinvolgendo i personaggi più noti che vengono dalla sua radio (che certamente costituirà il traino della tv, con i suoi 5 milioni di ascoltatori). Niente più programmi come The Club, per intendersi. Ma neanche esperimenti di radiotelevisione, che non convincono Linus. Nel senso: va bene fare qualche cosa (il suo Deejay chiama Italia), ma – secondo il noto dj – non si potrebbe pensare di costruire tutto il palinsesto di una tv con programmi del genere. Una sfida difficile quella di Linus, tanto più in un mercato che il digitale terrestre ha reso enormemente competitivo. (Davide Agazzi per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Televisione, Dee Jay Tv: scommessa nel 2009. Linus azzecca il momento: col DTT presto nessun parametro di riferimento

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL