Tlc, primo sì Ue al taglio delle tariffe roaming

Reding: ”Una riduzione dei prezzi potrebbe esserci dal prossimo luglio”


dalla newsletter di Studio Cataldi

La Commissione Industria del Parlamento europeo ha approvato il piano dell’esecutivo Ue per una riduzione del 70%. Gli europarlamentari dovranno esprimersi definitivamente. Poi l’adozione da parte dei Ventisette

Bruxelles, 12 apr. (Adnkronos/Aki) – La Commissione Industria del Parlamento europeo ha approvato il piano della Commissione Europea per ridurre del 70% le tariffe roaming della telefonia mobile nell’Ue. Grande soddisfazione per il voto di oggi è stata espressa dal Commissario Ue per la Società dell’informazione e i media, Viviane Reding. Secondo quanto riferito dal suo portavoce a Bruxelles, Martin Selmayr, la responsabile Ue, attualmente in missione in Cina, “ha stappato una bottiglia di champagne e si è detta molto soddisfatta per il risultato ottenuto oggi. Si tratta della fine delle tariffe eccessive del roaming nell’Ue”. I 785 europarlamentari dell’Aula Ue dovranno esprimersi definitivamente sulla questione nel corso di una delle sessioni plenarie in programma a maggio a Strasburgo. In caso di voto positivo, saranno poi i ministri delle Telecomunicazioni dei Ventisette ad adottare eventualmente il taglio definitivo delle tariffe roaming nel corso del Consiglio telecomunicazioni in programma il 7 giugno a Lussemburgo. “Una prima riduzione dei prezzi del roaming potrebbe essere attiva già dal prossimo luglio”, ha concluso Selmayr.

printfriendly pdf button - Tlc, primo sì Ue al taglio delle tariffe roaming