Tv locali, Toscana: aggredita troupe di emittente. Presi a pugni e calci operatore e giornalista

Una troupe di Reteversilia News – Canale 39, emittenti viareggine della Misericordia, composta dal giornalista Gabriele Altemura e dal suo operatore e’ stata aggredita con calci e pugni da otto nordafricani (con tanto di prognosi di una settimana e telecamera distrutta, un danno di circa 3000 euro e tanta amarezza da parte dei due malcapitati).

Il fatto è accaduto stamani sulla Marina di Torre del Lago (Lucca). Fra gli aggressori c’era un tunisino di 37 anni, soprannominato Tyson, che e’ stato poi arrestato dopo avergli tolto dallo stomaco un accendino che aveva ingoiato. La troupe stava effettuando un servizio sui provvedimenti adottati dalla prefettura sulla chiusura di alcuni locali. “Siamo in dittatura – spiega Altemura raggiunto telefonicamente – e il fatto che possiamo raccontarlo è già tanto. C’erano una cinquantina di persone. Appena hanno notato il nostro cameraman, un marocchino, che faceva le riprese, Tyson è venuto minaccioso contro di lui e ha iniziato a spintonarlo, poi si sono avvicinati gli altri e hanno gettato a terra la telecamera. Io sono intervenuto per difenderlo: hanno colpito anche me. Abbiamo avuto paura che tirassero fuori i coltelli, come avviene solitamente. Noi stavamo facendo solo le immagini al Buddy per far vedere cosa stava accadendo dopo i provvedimenti assunti dal Prefetto e dall’amministrazione comunale. Come è avvenuto spesso e da sempre. E se invece della nostra troupe – come ho detto al sindaco Lunardini – fosse stata Mediaset, la Rai o Sky? Con che immagine sarebbe uscita la città di Viareggio?”. L’aggressore sarà processato domani mattina per direttissima in Tribunale a Viareggio. (R.R. per NL)
 
 
 
printfriendly pdf button - Tv locali, Toscana: aggredita troupe di emittente. Presi a pugni e calci operatore e giornalista