Web. Giochi e scommesse in Lombardia: l’era Covid delinea nuove abitudini

delibera 359/19/CONS, scommesse

L’enorme giro d’affari legati ai centri scommesse “congelato” dai DPCM. Ma i giocatori trovano alternativa in rete.
In Lombardia, col passaggio da zona rossa a zona arancione, secondo le disposizioni previste dall’ultimo Dpcm, cambiano gli spostamenti nel proprio comune, ora concessi e riaprono i negozi anche di generi non essenziali. Ma non cambia niente per cinema, teatri e musei, che restano chiusi. Così come continuano a rimanere chiuse le sale slot e bingo e i centri scommesse.

Chiusura dei centri scommesse

La chiusura dei centri scommesse e delle sale bingo è significativa per il suo comparto se si considera che nella nostra regione ogni persona spende mediamente all’anno per il gioco 1.906 euro a testa.

giochi con vincita in denaro - Web. Giochi e scommesse in Lombardia: l'era Covid delinea nuove abitudini

Com’è cambiata quindi in era Covid l’attività?

O meglio, dove si sono orientati i cittadini che prima dell’epidemia si recavano alle sale slot o nei centri scommesse? Ancora una volta a mutare è stata la piattaforma che da “fisica” ovvero quella delle sale, è diventata “virtuale”, cioè raggiungibile on line da device.

La ricerca UIF

A evidenziarlo è una recente ricerca condotta dall’UIF-Unità di informazione finanziaria per l’Italia, che porta il titolo “Prevenzione di fenomeni di criminalità finanziaria connessi con l’emergenza da Covid-19” nella quale si riporta che “Nel monitoraggio delle attività a distanza, assumono rilievo gli strumenti di pagamento elettronici, il cui impiego – senz’altro positivo per assicurare la tracciabilità dei flussi finanziari – è destinato ad aumentare ulteriormente nei prossimi mesi, in conseguenza delle misure di distanziamento sociale, che hanno determinato il passaggio di molte attività di compravendita dal canale tradizionale a quello telematico. Ugualmente importante è il controllo dei flussi finanziari connessi con il gioco online, i quali sono destinati ad aumentare in coincidenza della temporanea sospensione dell’attività di gioco su rete fisica”.

Il gioco d’azzardo online

E prosegue sottolineando che “Qualche approfondimento ulteriore lo merita il gioco d’azzardo online, il quale ha visto aumentare il suo peso durante la fase di lockdown”. Il 3 luglio infatti 2020 l’Istat ha presentato il Rapporto annuale sulla situazione del paese e nel capitolo dedicato al quadro economico e sociale viene riportato che le scommesse su Internet sono salite del 3,8 per cento, la maggior parte con una frequenza meno che settimanale. Ed è ampio il numero di individui (circa 560 mila) che ha scommesso con una frequenza almeno settimanale (2).

Piattaforme confermano: +30% durante il lockdown

La conferma ci viene data anche dal sito di casinò e scommesse Betnero.it, secondo il quale il gioco online ha avuto un incremento di ben il 30% durante il lockdown. La roulette, come era prevedibile immaginare, vista la chiusura dei casinò terrestri, è stato il gioco con la maggiore crescita.

Le buone regole del gaming

È quindi fondamentale, per tutte le persone che si sono rivolte alle piattaforme di gaming, selezionare siti attendibili al fine di arginare rischi di truffe economiche o di dati sensibili. Buona regola assicurarsi che la piattaforma scelta riporti logo e link diretto all’Agenzia dei Monopoli. Ciò significa che il sito è stato approvato e viene monitorato. (E.G. per NL)

printfriendly pdf button - Web. Giochi e scommesse in Lombardia: l'era Covid delinea nuove abitudini