Tv. RAI, Annozero, Codacons: Scajola lancia il sasso e nasconde la mano

Nessuna inchiesta, istruttoria o convocazione sul caso della trasmissione Annozero. L’intervento del Ministro per lo sviluppo economico, Claudio Scajola si riduce ad un semplice invito rivolto ai vertici Rai per un colloquio cordiale, come quello di una persona che invita un conoscente "a prendere un caffè".

NEWSLINET.IT: Newsletter n. 522 del 07/10/2009

NewsLine logo newsletter topright
"L’Alto Adige fa scuola per quanto riguarda la tv digitale terrestre", almeno secondo il viceministro del MSE-Com, Paolo Romani intervenuto a Bolzano, assieme al governatore Luis Durnwalder, in prossimità dello switch off che vedrà l’Alto Adige abbandonare la tv analogica tra il 28 ottobre e l’11 novembre.
La curiosa affermazione di Romani è, in realtà, da porre meramente in relazione alla presenza della Azienda speciale Ras che diffonde i segnali (…)

 
"Sono veramente preoccupata per le modalità con le quali in Piemonte si sta completando la transizione al digitale terrestre. Lo switch off scatterà entro la prossima settimana ma, soprattutto nei territori montani, non tutti i cittadini riescono a ricevere il segnale Rai".

 
Alla fine sono 18 gli indagati nell’ambito del procedimento giudiziario per inquinamento elettromagnetico (il reato formalmente è il getto di cose pericolose ex art. 674 c.p.) nell’area di San Silvestro, a Pescara.

L’unico parametro di riferimento attuale per calcolare l’impatto della migrazione tecnologica sull’audience nel lungo periodo è quanto accaduto in Sardegna, dove la tv è integralmente digitale da un anno.

Questo periodico per primo (due anni fa!) aveva lanciato l’allarme sui numeri LCN (logical channel number), la funzione che permette agli operatori di rete di indottrinare i decoder (predisposti) assegnando ai programmi dei propri bouquet una numerazione prestabilita a monte (salva la possibilità di modifica dell’utente, con operazioni, però, generalmente complesse e vanificate ad ogni refresh).

Il Comitato regionale per le comunicazioni del Friuli Venezia Giulia (Corecom FVG) ha concluso le complesse istruttorie stabilite dal Dipartimento per le comunicazioni per assegnare i contributi statali alle emittenti televisive locali (legge 448/98).

Una recente sentenza della Cassazione Civile (19086 del 02/09/2009), decidendo una controversia riguardante l’azione di risarcimento danni per diffamazione a mezzo stampa, ha ritenuto corrette e prive di vizi logici le motivazioni contenute nelle sentenze dei giudici di merito, di primo e di secondo grado, che avevano respinto le richieste del preteso diffamato.

Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parita’ di accesso ai mezzi di informazione relative alle campagne per i referendum della Provincia Autonoma di Bolzano.

Sandro Ruotolo, storico collaboratore di Michele Santoro e suo ‘vice’ in ‘Annozero’, e la sua famiglia, sono stati minacciati di morte in una lettera pervenuta al giornalista sulla quale sta indagando la Digos.

Continua in Svizzera il progresso della radio digitale. Dal prossimo 15 ottobre 2009 la concessionaria pubblica SRG SSR idée suisse aumenterà la sua capacità di trasmissione nel nuovo standard DAB+.

Il processo di transizione al digitale entra in una fase decisiva, non solo in Italia ma in tutta Europa.

La notizia va presa con tutte le cautele del caso. Però è di quelle grosse: Internet ha superato la tv, almeno per quel che riguarda gli investimenti pubblicitari.

La questione dei logical channel number (LCN) sta preoccupando gli editori locali.

E’ morto ieri a Roma l’attore e conduttore radiofonico Gianni Elsner, inventore del talk show alla radio e grande tifoso della Lazio. Seguitissima la sua trasmissione "Te lo faccio vedere chi sono io", in onda su Radiosei.

Buone notizie per le emittenti televisive locali. La FRT riferisce che 3 mln di euro potrebbero essere "tornati nella disponibilità dell‘Amministrazione per erogare il saldo (rimanente 10% degli importi già precedentemente riscossi dalle emittenti a titolo di acconto) dei contributi pregressi alle tv locali".

Materiale plastico bianco o nero e linee arrotondate, con la sua nuova famiglia Revo Domino l’azienda scozzese riesce finalmente a superare il complesso della mattonella trapeizodale della prima versione di una radio per FM/DAB, la Blik Station.

On line il nuovo bollettino della Autorità garante per la concorrenza ed il mercato

Stupisce che quando in Italia si instaura una discussione su problematiche comuni, non si riesca mai ad uscire dalle logiche di campanile.

Estratto da una circolare della struttura di competenze a più livelli Consultmedia (collegata a questo periodico).

L’On. Luigi Bobba (PD), Vice Presidente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, ha presentato un’Interrogazione urgente al Presidente e Direttore Generale della Rai relativa a un servizio andato in onda il 9 settembre 2009, durante il TG 1 delle ore 20.00.

Gli impianti di Canale 39, stazione locale di Viareggio delle cui sorti abbiamo dato conto alcuni giorni fa, sarebbero stati acquistati da Roberto Monciatti, presidente dell’ente Misericordia, cui fa riferimento l’emittente Rete Versilia, e non da ipotetici imprenditori lucchesi, come inizialmente ipotizzato.

Questo il comunicato del CdR andato in onda al termine del telegiornale della prima rete pubblica di domenica 4 ottobre 2009, edizione delle 20.00.

Con Zattoo la televisione svizzera potrebbe diffondere i suoi programmi in HD direttamente sui pc nel rispetto del diritto d’autore internazionale. Dal punto di vista tecnico ciò è già possibile e con il via libera di Comano ciò potrebbe realizzarsi anche domani.

L’informazione sul web ruba la scena alle fonti di news classiche. Chi veleggia abitualmente sul web, nell’82% dei casi s’informa lì, mentre il 63% sfrutta la tv ai fini informativi, il 48% il cellulare e la radio (in uguale percentuale) e solo il 36% i quotidiani.

7 milioni 338mila telespettatori e il 28,92 per cento di share, con punte del 48,00 a fine puntata. Questo il risultato dell’ultima puntata di Annozero, che fa gongolare Santoro, facendolo dichiarare che ciò è la dimostrazione somma che "Il pubblico non vuole censure".

La Commissione europea ha annunciato l’avvio ufficiale dell’open service di Egnos, il Sistema europeo di copertura per la navigazione geostazionaria, al quale ora possono accedere gratuitamente imprese e cittadini.

Screen Service Broadcasting Technologies ha acquisito tramite la controllata Rrd il 49% delle quote di Tivuitalia srl salendo cosi’ dal 51% al 100% della società, proprietaria di una rete dorsale di trasmissione televisiva.

Fondamentalmente, niente di nuovo sotto il sole. L’annunciatissima ospitata di Patrizia D’Addario, l’escort più famosa d’Italia, ieri in collegamento con Annozero, ha sortito gli effetti che spettatori e addetti ai lavori con un po’ d’acume s’aspettavano ampiamente.

In un momento in cui i più tentano disperatamente di arginare cali a due cifre nella raccolta pubblicitaria radiofonica, che nel complesso ha registrato nei primi otto mesi del 2009 una contrazione del 15,8 %, c’è una mosca bianca che vola felice tra le macerie.

Dal 15 ottobre prossimo Canale 39 Viareggio chiuderà le proprie trasmissioni. L’annuncio lo ha dato Paolo Tambini, cofondatore (nel 2007) della storica emittente, precisando che il marchio è stato acquistato da imprenditori lucchesi che trasferiranno la rete a Lucca.

Consultazione pubblica concernente l’individuazione delle piattaforme emergenti ai fini della commercializzazione dei diritti audiovisivi sportivi, ai sensi dell’art. 14, Del. D. Lgs 9 gennaio 2008, n. 9 e dell’art. 10 del regolamento adottato con Delibera n. 307/08/Cons.

The Nielsen Company ha annunciato di essere stata nominata da UKOM, l’ente U.K. di Online Measurement, come suo partner ufficiale per creare il primo standard di misurazione locale per la pianificazione di campagne pubblicitarie su internet.

In Svizzera la pubblicità per birra e vino alla televisione sarà possibile in futuro anche sui canali della SSR SRG. Dopo il Consiglio Federale, anche il Nazionale si è espresso a favore della pubblicità di alcolici in TV.

Dal 1°ottobre diventano operative le nuove deleghe conferite al Corecom FVG dall’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni. “Si tratta di ampie e rilevanti funzioni in materia di pluralismo, vigilanza e tutela dell’utenza” ha sottolineato Paolo Francia Presidente del Corecom FVG.

Sembrava dover essere la prima vittima dell’aria di repulisti che tira in casa Rai. La prima vittima immolata all’altare della libertà di fare informazione libera. In realtà, non sarebbe stata la prima, e chi ha una memoria storica lunga sei-sette anni lo sa bene. Ma questa è un’altra storia.

Morire in redazione, come nei film. È successo per davvero, in Messico, a Nuevo Casas Grandes. Lo scorso 25 settembre è stato assassinato un giornalista. Il suo nome è Norberto Miranda Madrid, alias “El Gallito”, aveva 44 anni e lavorava per l’emittente radiofonica Radio Vision.

La questione che nel corso degli anni non a resistito al vaglio dei giudici della Corte di Cassazione, ha come oggetto la regola-ponte sancita dall’art 36 del Cnlg, ovvero il riconoscimento ex tunc della pratica da giornalista professionista per il pubblicista che abbia regolato il rapporto di lavoro con trattamento contrattuale riservato ai professionisti.

Paolo Romani, viceministro dello Sviluppo Economico con delega alla Comunicazione, ha riferito oggi in un’audizione alla commissione parlamentare di Vigilanza sulla RAI che il governo non intende censurare la concessionaria pubblica, quanto chiedere il rispetto delle garanzie di pluralismo dell’informazione e rispetto della dignità umana.

Come annunciato pochi giorni fa, oggi il Codacons – coadiuvato dall’Associazione Utenti dei Servizi Radiotelevisivi – ha depositato il ricorso al Tar del Lazio relativo alla vicenda Annozero e ai provvedimenti assunti in merito dal ministro per lo Sviluppo economico, Claudio Scajola.

Da domani i Comitati Regionali delle Comunicazioni di Puglia, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia svolgeranno nuove funzioni, quali il “monitoraggio radiotelevisivo locale, la tenuta del Registro degli operatori di comunicazione a livello regionale, la definizione delle controversie tra operatori di telecomunicazioni elettroniche e utenti”.

"Non e’ la prima volta che sul cosiddetto canone Rai c’e un’esplosione di disgusto e, sicuramente, non sara’ l’ultima. A turno tutti i partiti, e non solo, hanno fatto proprio l’invito a non pagarlo, per punire la trasmissione di Michele Santoro oggi, per protestare contro l’esclusione delle proprie bandiere oggi e ieri.

 

Diffamazione a mezzo stampa: piccole imprecisioni o inesattezze non inficiano il rispetto della verità, pertinenza e continenza dei fatti narrati

Una recente sentenza della Cassazione Civile (19086 del 02/09/2009), decidendo una controversia riguardante l’azione di risarcimento danni per diffamazione a mezzo stampa, ha ritenuto corrette e prive di vizi logici le motivazioni contenute nelle sentenze dei giudici di merito, di primo e di secondo grado, che avevano respinto le richieste del preteso diffamato.