Agcom: iniziata discussione su LCN. Ma la sensazione è che nell’immediato non si andrà oltre la mera presa d’atto dei litigi in corso

Nel corso della riunione odierna il Consiglio dell’Agcom ha avviato la discussione sulla questione dell’impiego in ambiente digitale terrestre dei numeri LCN.
A quanto risulta a questo periodico, il confronto sulla gestione della funzione che permette di assegnare automaticamente ad ogni servizio tv ricevuto una posizione predefinita all’interno della lista che li elenca non è però andato oltre la presa d’atto dell’esistenza di una serie di conflitti portati all’attenzione dell’Autorità a seguito del totale fallimento di tutti i tentativi di autoregolamentazione. Al centro della contesa vi sono soprattutto i numeri LCN 8, 9 e 10, che vedono contrapposte prevalentemente superstation a programmi nazionali. Nel range LCN 10-20, gli scontri di attribuzione hanno invece luogo, di norma, tra emittenti locali e tra queste e programmi nazionali di caratura minore. Da registrare, nel frattempo, una continua degenerazione del fenomeno in Lombardia, Piemonte, Trentino e nel Lazio con l’occupazione di numerazioni senza contenuto (come avveniva nella seconda metà degli anni ’70 e nella prima degli anni ’80 con i canali VHF e UHF presidiati con monoscopi) o azioni di plurinumerazione (associazioni di diversi numeri LCN al medesimo programma). Una situazione, quella dei conflitti di attribuzione, che è ormai diventata insostenibile e che ha già determinato l’avvio di procedure d’urgenza avanti ai Tribunali civili per la tutela delle posizioni di fatto.    
printfriendly pdf button - Agcom: iniziata discussione su LCN. Ma la sensazione è che nell'immediato non si andrà oltre la mera presa d'atto dei litigi in corso