Agcom, precisazioni in materia di divieto di propaganda elettorale

Il divieto deve essere osservato in maniera effettiva e rigorosa dalle emittenti e si estende anche alla riproposizione delle posizioni politiche espresse nei giorni precedenti il divieto


L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ricorda che in relazione alle elezioni politiche ed amministrative previste per le giornate di domenica 13 e lunedì 14 aprile 2008, l’inizio del periodo di silenzio elettorale è fissato alle ore 24 di venerdì 11 aprile e si concluderà alle ore 15.00 di lunedì 14 aprile 2008 e che il divieto di propaganda politica diretta ed indiretta riguarda anche le emittenti radiotelevisive per effetto di quanto previsto dell’art. 9 della L. 212/1956 e dall’art. 9-bis del D.L. 807/1984, convertito nella legge 4 febbraio 1985, n. 10, in materia di divieto di propaganda elettorale.

Pertanto tale divieto deve essere osservato in maniera effettiva e rigorosa dalle emittenti e si estende anche alla riproposizione delle posizioni politiche espresse nei giorni precedenti il divieto.

Si ricorda che rimane fermo il divieto di diffusione dei risultati dei sondaggi demoscopici negli orientamenti politici e di voto degli elettori.

Si rammenta inoltre che eventuali violazioni delle norme sul silenzio sono accertate dagli organi di polizia e sanzionate dalle Autorità competenti.

Roma, 12 aprile 2008

Send Mail 2a1 - Agcom, precisazioni in materia di divieto di propaganda elettorale

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL