Alleanza Agcom e Infocamere. R.O.C. e Registro Imprese uniti per una maggiore efficienza e semplificazione

Con delibera 393/12/CONS l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha dato il via al nuovo sistema informativo automatizzato del Registro degli Operatori di Comunicazione (R.O.C.).

L’interessante novità, che sarà operativa a partire dal prossimo 16 ottobre, è basata sull’integrazione del sistema di front office del servizio di gestione del R.O.C. con il portale impresainungiorno.gov.it (dalla cui sezione www.impresa.gov.it si accede ai servizi delle amministrazioni centrali) e garantirà uno scambio di informazioni costante tra il Registro Imprese ed il Registro curato dall’Agcom. Come reso noto dall’Autorità, la collaborazione con Infocamere, che gestisce il citato portale per conto di Unioncamere, si propone di attuare una “semplificazione della burocrazia per 20mila imprese e una maggior tutela per il cittadino”, nonchè di “facilitare le comunicazioni tra impresa e P.A. allo scopo di rendere le relazioni e i procedimenti, tra tutti i soggetti e gli enti interessati, più efficienti e meno costosi”. Il tutto nell’ottica di progredire nello sviluppo dell’amministrazione digitale, in attuazione di quanto previsto dal D.L.vo n. 82/2005 (Codice dell’Amministrazione digitale). Con apposita circolare esplicativa pubblicata sul proprio sito, l’Autorità ha chiarito che le aziende, per mezzo del portale, potranno adempiere agli oneri a cui sono tenuti nei confronti di pubbliche amministrazioni diverse – come la C.C.I.A.A., il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero della Salute – utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi (CNS), che garantisce l’autenticazione del soggetto che trasmette le comunicazioni. Tale strumento è necessario per accedere, appunto, al nuovo sistema del R.O.C., nonché al Catasto Nazionale delle Frequenze. In particolare, la CNS dovrà essere adottata sia dai legali rappresentanti delle società iscritte al R.O.C. (o che intendano iscriversi al Registro), sia dai soggetti delegati alla compilazione ed invio delle comunicazioni dovute. Tra i vantaggi apportati dall’integrazione del R.O.C. con il portale impresainungiorno.gov.it, vi è la possibilità di utilizzare i dati anagrafici, contabili e societari comunicati alle Camere di Commercio, con la conseguente notevole riduzione degli adempimenti di comunicazione che gravano sui soggetti iscritti al R.O.C. Il portale – chiarisce l’Autorità – è infatti “in grado di effettuare in forma semi-automatica lo sviluppo delle catene di partecipazione dei soci dei soggetti iscritti o iscrivendi sulla base delle informazioni detenute dal sistema camerale”. Sarà onere dell’operatore “verificare ed integrare le istanze con i soli sviluppi societari dei soggetti non presenti nel Registro delle Imprese o non obbligati a comunicarvi la propria compagine societaria”. Rimane per adesso non compresa nella gestione del servizio la richiesta di certificato (da formularsi con il modello 17/ROC) che, nelle more dell’introduzione di sistemi di pagamento telematico dell’imposta di bollo, dovrà continuare ad essere presentata nella tradizionale modalità cartacea. Sarà possibile utilizzare l’attuale sistema di accesso al R.O.C. ed al Catasto delle Frequenze sino al prossimo 1° ottobre. Pertanto tutte le scadenze previste tra il 1° ed il 16 ottobre sono prorogate al primo giorno utile per inviare gli adempimenti con il nuovo servizio. (D.A. per NL)
printfriendly pdf button - Alleanza Agcom e Infocamere. R.O.C. e Registro Imprese uniti per una maggiore efficienza e semplificazione
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Alleanza Agcom e Infocamere. R.O.C. e Registro Imprese uniti per una maggiore efficienza e semplificazione

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO