Blob del 27 novembre 2006: l’Autorità richiama all’osservanza dell’Atto di indirizzo

Necessità del rispetto della dignità e dei diritti fondamentali della persona anche nei programmi di intrattenimento e nella satira


Con riferimento alla trasmissione Blob andata in onda il 27 novembre scorso, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni rileva di aver già richiamato, con proprio Atto di indirizzo, le emittenti radiotelevisive pubbliche e private alla necessità del rispetto della dignità e dei diritti fondamentali della persona anche nei programmi di intrattenimento e nella satira.

Pertanto il Consiglio dell’Agcom, nel valutare positivamente la nota del Consiglio di Amministrazione della Rai con la quale è stato espresso rammarico per la rappresentazione caricaturale e di cattivo gusto del malore dell’onorevole Berlusconi trasmessa da Blob, non mancherà di vigilare attentamente sull’osservanza dell’Atto di indirizzo da parte della Rai e di tutte le altre emittenti. Le violazioni dell’Atto di indirizzo comporteranno l’irrogazione delle sanzioni previste dalla normativa vigente.

L’Atto di indirizzo è stato adottato dall’Autorità il 22 novembre scorso ed è stato trasmesso in data odierna alla Commissione Parlamentare di Vigilanza sui servizi radiotelevisivi. È disponibile all’indirizzo www.agcom.it.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Blob del 27 novembre 2006: l'Autorità richiama all'osservanza dell'Atto di indirizzo

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL