Caso Petroni: Fabiani, “manterrò l’atteggiamento che ho sempre tenuto”

Il consigliere, nominato al posto di Angelo Maria Petroni, attende di sapere quale sarà il suo futuro. Ma, intanto, annuncia: in ogni caso non farò ricorso


Non si trova, certo, in una situazione semplice Fabiano Fabiani (foto), il consigliere del CdA della Rai nominato lo scorso 10 settembre al posto di Angelo Maria Petroni, sollevato dal suo incarico per volere dell’azionista, il Ministero dell’Economia, e del suo titolare, Tommaso Padoa-Schioppa.
Fabiani, amico di Prodi, con un passato nell’organigramma Rai come giornalista, ha dichiarato oggi di attendere serenamente la decisione definitiva circa il caso-Petroni e, di conseguenza, circa il suo futuro nell’azienda. “Io non ho parlato con nessuno” – afferma Fabiani a chi gli domandava se avesse parlato con il Ministro dell’Economia dopo la decisione del Tar – “e aspetto che mi dicano quello che devo fare. Ha visto qual è stato il mio atteggiamento in tutta questa vicenda? Continuerò a mantenerlo”. Insomma, massimo riserbo per Fabiani, in una situazione molto delicata, che rischia di far saltare la sua poltrona. In ogni caso, comunque, non presenterebbe ricorso, qualora fosse confermata la decisione della III sezione ter del Tar del Lazio: “Non ho nessuna intenzione di fare ricorso. Non ci penso proprio. Se la nomina verrà invalidata la cosa finirà lì e basta”. Con buona pace di Padoa-Schioppa, che a quel punto sarebbe pressoché costretto a dimettersi. (Giuseppe Colucci per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Caso Petroni: Fabiani, “manterrò l’atteggiamento che ho sempre tenuto”

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL