C’è più gusto con Bubelgum!

Sorprende la beta version della web tv lanciata da Silvio Scaglia


Capacità di anticipare le tendenze. Attitudine al rischio. Fiuto per gli affari. I complimenti si sprecano quando si parla di un manager come Silvio Scaglia. Uno sguardo ai ruoli che ha occupato negli ultimi anni (Amministratore Delegato di Omnitel e principale azionista di Fastweb) può aiutare a capire perché sia il caso di guardare con attenzione al nuovo progetto che lo vede impegnato nel lancio di una web tv dal nome un pò particolare: Babelgum. Dopo aver venduto a Swisscom la quota di maggioranza di Fastweb, Scaglia è sparito di scena per qualche tempo. Erano in molti a chiedersi cosa stesse meditando: la risposta non si è fatta attendere troppo ed ha preso la forma di una piccola sfera colorata di verde, Babelgum appunto. Lanciata un po’ in sordina, la web tv di Scaglia ha un obiettivo a dir poco ambizioso: rivoluzionare il mondo del broadcasting online. E’ ancora presto per dire se il manager italiano ce la farà, ma i primi indizi ci dicono che sicuramente è sulla buona strada. Babelgum, che ha il suo quartier generale a Dublino e uffici sparsi in tutto il mondo, sembra infatti avere tutti i requisiti necessari per competere con la sua principale rivale, Joost, progettata dai fondatori di Skype. Basata su un software semplice e facile da scaricare, dotata di un’interfaccia grafica sensazionale e un’ottima qualità video, Babelgum porta sullo schermo del nostro pc un’esperienza assolutamente unica nel suo genere. Effettuato il log in scopriamo infatti di avere accesso ad una moltitudine di programmi, documentari, cortometraggi, tutti realizzati da professionisti e rigorosamente in lingua inglese. All’inizio effettivamente ci si sente un po’ sperduti, ma una volta capita la logica del mondo della sfera verde si comprende che le potenzialità sono assolutamente interessanti. Si tratta infatti di una sorta di YouTube in cui però si trovano solo video girati da professionisti, prodotti che potrebbero benissimo essere trasmessi da una normale tv o da un canale satellitare. Non filmati amatoriali, talvolta anche un po’ demenziali, ma proiezioni destinate a soddisfare anche i palati più esigenti. L’intuizione è buona dunque, resta da capire quanti utenti avranno voglia di mettersi a rovistare tra la moltitudine di video messi a disposizione da “illustri sconosciuti”. Ammettendo pure che uno sia ben disposto a “sperimentare”, quanto è plausibile ipotizzare che un utente si metta a guardare programmi di un’ora o più sullo schermo del proprio pc? Prendiamo ad esempio l’iniziativa con cui Babelgum è stata recentemente lanciata in grande stile. Un Film Festival online dedicato ad artisti indipendenti e diretto niente poco di meno che da Spike Lee in persona. Il concorso ha riscosso ottimo successo: la giuria ha ricevuto quasi mille filmati, tutti disponibili online. Indipendentemente da chi sarà nominato vincitore, la web tv di Scaglia è riuscita in questo modo a farsi pubblicità e ad ottenere – gratuitamente – del materiale di qualità elevata per ampliare la sua offerta. L’operazione è da considerarsi un indubbio successo dal punto di vista comunicativo, ma che dire del lato commerciale di tutta la faccenda? Quante persone andranno a curiosare tra questi filmati? Quanti utenti si registreranno al sito e faranno di Babelgum una delle proprie fonti di intrattenimento? Sono a questo tipo di domande che Scaglia dovrà riuscire a rispondere per convincere le grande imprese ad investire in pubblicità su Babelgum. La risposta la avremo solo tra qualche tempo, quando si capirà se il modello vincente nel campo delle web tv sarà quello di Scaglia, basato su una sorta di peer to peer professionale, o quello di Joost, che si sta orientando verso la messa in onda di eventi live. Per ora non ci resta che complimentarci con un imprenditore italiano che è in grado di competere ai massimi livelli in un ambiente innovativo ed internazionale. (Davide Agazzi per NL)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - C'è più gusto con Bubelgum!

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL