Il “Corriere” entra nelle carceri

L’iniziativa del giornale milanese nasce da una lettera ricevuta un mese fa da Paolo Mieli. La stessa iniziativa è già attiva in Francia dal 2006

Domani la Fnsi incontra i candidati

Il sindacato dei giornalisti a confronto con i rappresentanti dei partiti per “avviare un serio e argomentato ragionamento sullo stato dell’informazione nel nostro Paese”