Class action. Il Codacons denuncia: sparita quella contro la P.A.

"Dopo l’annuncio delle prime azioni collettive del Codacons il Governo – forse intimorito da tanta solerzia dell’associazione – ha pensato bene di far sparire la class action contro la Pubblica Amministrazione".

Lo denuncia con un comunicato il Codacons, che descrive quello che ritiene sia stato lo "scippo a danno dei consumatori compiuto nella notte tra l’1 e il 2 gennaio da Berlusconi e Brunetta" (foto). Scrive l’associazione dei consumatori: "Sulla Gazzetta Ufficiale del 2 gennaio scorso, il testo relativo all’azione collettiva contro la P.A. appare modificato all’art. 7 rispetto allo schema precedente, il quale prevedeva l’immediata entrata in vigore dall’1 gennaio 2010 dell’azione collettiva contro i Ministeri. Nel nuovo testo comparso in Gazzetta salta tutto e non entra in vigore un bel niente, almeno riguardo ad azioni che tendono a sanzionare il mancato rispetto degli standard qualitativi per i concessionari di sevizi pubblici (Trenitalia, Comuni, Province, Regioni, società della luce, del gas, dell’acqua, ecc.) rinviando la class action a futuri e incerti decreti della Presidenza del Consiglio che dovranno fissare gli standard qualitativi dei servizi da erogare al cittadino. Si legge testualmente nell’articolo incriminato: "la concreta applicazione del presente decreto alle amministrazioni e concessionari di servizi pubblici è determinata anche progressivamente con uno o più decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri’. "Già l’azione collettiva contro la P.A. faceva acqua da tutte le parti non prevedendo sanzioni di alcun genere – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – ora grazie al "grande fustigatore’ Renato Brunetta l’inefficienza delle varie amministrazioni sarà perdonata, a danno ovviamente degli utenti. Ma non finisce qui. A sparire sono anche i fondi dell’Antitrust destinati alle associazioni dei consumatori, che non compaiono nè nelle pieghe del bilancio, nè nelle norme del Milleproroghe, a testimoniare l’intenzione del Governo di impedire alle associazioni di svolgere il proprio ruolo e avvalersi dell’azione collettiva contro imprese e amministrazioni’.

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Class action. Il Codacons denuncia: sparita quella contro la P.A.

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL