CNT Informa n. 3 – Pubblichiamo il nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni

DTT: Ddl Gentiloni, al via l’iter della riforma radio Tv; TV,RADIO e INTERNET: Sentenza della cassazione; DTT: decoder, Commissione UE, no agli aiuti; TV: passa alla Camera la nuova legge sui diritti; TV: Auditel, da febbraio anche le pay tv nei dati


DTT DDL GENTILONI
AL VIA MERCOLEDI SCORSO L’ITER DELLA RIFORMA TV

E’ iniziato mercoledì scorso, con l’audizione alla Camera del Ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, l’iter della riforma radioTv, per quanto riguarda la parte dedicata alla nuova tecnologia di trasmissione in digitale terrestre, che consentirà di abbandonare il segnale analogico. Il Ddl Gentiloni, approvato all’unanimità dal Consiglio dei Ministri lo scorso 12 ottobre, come è ormai noto, prevede innanzitutto di rimuovere gli elementi della legge Gasparri che sono superati, come il Sistema integrato delle comunicazioni (Sic) e la privatizzazione della Rai. Martedì 30 gennaio p.v. riprendono le audizioni della Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera dei Deputati e tra queste è prevista quella di Costantino Federico, editore di Retecapri.

TV, RADIO E INTERNET DOWNLOAD
STORICA SENTENZA DELLA CASSAZIONE

Le maggiori testate giornalistiche hanno riportato una notizia sicuramente importante, ma svestita del proprio significato originale. “Scaricare file protetti da internet senza scopo di lucro è lecito”. La sentenza della Cassazione n. 149 del 9/1/07 ha sì scagionato un utente che ha scaricato un file protetto da diritto d’autore, ma il download è avvenuto da un’area FTP, oltre al fatto che la sentenza si è basata sulla legislazione in vigore nel lontano 1999. Nel frattempo sono cambiate molte cose, come per esempio l’entrata in vigore della legge Urbani nel corso dell’anno 2005, che ha di fatto dato un giro di vite molto stretto alla possibilità di farla franca, convertendo in reato penale la condivisione di un file. La legge Urbani rimane in vigore, motivo per il quale è fuori luogo pensare ad una qualsiasi forma di download di materiale protetto da copyright. Valga per tutte la dichiarazione di Enzo Mazza, presidente della Federazione dell’Industria Musicale Italiana, che ha giustamente rilevato come “la sentenza si riferisca a un caso antecedente l’attuale normativa, che stabilisce la punibilità penale per lo scambio di file illegali e prevede sanzioni amministrative per chi si limita a scaricare una canzone abusivamente”.

DTT DECODER TV
COMMISSIONE UE RATIFICA IL NO AGLI AIUTI

La Commissione Ue ha ratificato la bocciatura degli incentivi per i decoder del digitale terrestre dati dal governo Berlusconi. Si tratta dei contributi 2004-2005. Per il commissario Ue alla concorrenza, Neelie Kroes, che ha proposto il provvedimento, si tratta di ‘aiuti illegali’ che hanno dato un ‘vantaggio indiretto’ agli operatori del settore i quali ora dovranno ‘rimborsare parzialmente’ gli incentivi. Bruxelles, invece, salva gli aiuti 2006 in Sardegna e in Valle d’Aosta.

TV DIRITTI
PASSA ALLA CAMERA LA NUOVA LEGGE

Il 23 gennaio la Camera ha approvato il disegno di legge n. 1496 sulla vendita collettiva dei diritti delle squadre di calcio. Il testo, elaborato dai Ministri Melandri e Gentiloni è passato con 259 sì, 135 no e 38 astenuti e dovrà essere ora approvato dal Senato; successivamente, entro sei mesi, il Governo dovrà stabilire i criteri attuativi del pacchetto normativo. Fino ad ora i club calcistici hanno venduto individualmente i diritti televisivi delle loro partite, creando un’enorme differenza tra il costo dei diritti delle 5 squadre maggiori e le minori. Con la nuova legge sarà messa in vendita dalla Lega Calcio la cifra complessiva relativa ai diritti, che per la prossima stagione calcistica è stimata intorno agli 888 milioni di euro (diritti in chiaro e criptati della serie A). Il 50% degli introiti verrà diviso in parti uguali tra i club, mentre il restante 50% sarà diviso per bacino d’utenza dei club e per “meriti sportivi”.

TV AUDITEL
DA FEBBRAIO ANCHE LE PAY TV TRA LE RILEVAZIONI

Dopo mesi di accuse tra i rappresentanti dell’Auditel e quelli della società italiana del colosso NewsCorp di proprietà di Rupert Murdoch, l’accordo è stato raggiungo: da febbraio non vedremo più soltanto le sette reti convenzionali tra i dati di Auditel, ma diverranno una decina, comprendendo i canali principali della pay tv. Questo evento rappresenta una svolta nel mercato pubblicitario, con la tv di Murdoch che inizierà a contrastare Mediaset nella raccolta di spot.

RADIOTV LOCALI SCADENZE
PAGAMENTO TASSA DI CONCESSIONE GOVERNATIVA

Ricordiamo che il 31/01/07 scade il termine per pagare la tassa di concessione governativa per l’attività di diffusione radiotelevisiva per l’anno 2007.

TV COMITATO AUTOREGOLAMENT. CODICE TV E MINORI
IL CONSUNTIVO DI 4 ANNI DI ATTIVITA’

In quattro anni di attività, il Comitato di applicazione del Codice di autoregolamentazione TV e minori ha preso in esame 1542 casi, ha aperto 453 procedimenti, ha adottato 163 risoluzioni di violazione del Codice. Ha inoltre deliberato 141 raccomandazioni e 25 documenti di indirizzo. Ha infine segnalato direttamente all’Agcom 94 casi di programmi del tipo “a luci rosse”, trasmessi in orario notturno generalmente su emittenti locali (curiosa questa precisazione visto che di notte il pubblico televisivo non è certamente composto da minori). Questo, in sintesi, emerge dal consuntivo che è stato illustrato alla stampa alla presenza del Ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni.

CORECOM LOMBARDIA
PROROGA SCADENZA COMPILAZIONE QUESTIONARIO

In riferimento all’iniziativa del Corecom Lombardia di istituire un Osservatorio del sistema dei media in Lombardia attraverso la compilazione on-line di un questionario (www.corecomlombardia.it) si informano gli operatori della comunicazione (stampa quotidiani e periodici, emittenti televisive e radiofoniche) che il termine ultimo per la compilazione dell’indagine è stato prorogato fino al 7 febbraio 2007.

CORECOM EMILIA ROMAGNA
PRESENTATE 4 RICERCHE SUL SISTEMA DEI MEDIA

Presso la sede dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna sono stati presentati i risultati di quattro ricerche sui media regionali, affidate dal Corecom a due istituti dell’Università di Bologna: il Dipartimento di Sociologia, e la Scuola superiore di Giornalismo. Si tratta di una “radiografia” dell’informazione regionale, sintetizzata nel titolo “Reti dell’informazione in Emilia-Romagna”. Le ricerche riguardano: 1) emittenti tv locali, 2) emittenti radiofoniche locali, 3) la comunicazione on line, 4) giornali quotidiani, periodici e agenzie di stampa.

RADIO TRENT’ANNI DI LIBERTA’ DI ANTENNA
UNA MOSTRA A MILANO SUPPORTATA DAL CORECOM

Minerva Eventi è l’organizzatrice, con il supporto di Corecom Lombardia, di una delle Mostre che sta riscuotendo più successo a livello nazionale: “Radio FM 1976-2006. 30 anni di libertà d’antenna” che arriverà a Milano, il 1° marzo per restarci fino al 1° aprile 2007. L’evento ha come obiettivo, celebrare e valorizzare, attraverso la mostra e il volume corredato, i primi 30 anni dell’emittenza libera in Italia, il tutto con una importante finalità educativa e spazi riservati alle scolaresche. A Milano, la mostra sarà ospitata nella splendida e prestigiosa cornice del Museo della Scienza e della Teconologia Da Vinci ed ha ingresso gratuito.

C.N.T. – Coordinamento Nazionale Televisioni – SEDE LEGALE: P.zza Municipio, 80 – 80133 Napoli SEDE OPERATIVA: Via Bari, 19 – 72013 Ceglie Messapica TEL. 337941697 TEL e FAX. 0804839707
SITO INTERNET: www.coordinamentonazionaletelevisioni.it
EMAIL: info@coordinamentonazionaletelevisioni.it
Direttore Costantino Federico
Reg.Trib.in corso
SEDE: P.zza Municipio, 80 – 80133 NAPOLI
TEL.337941697 – FAX:0818383118 – 0831377510

printfriendly pdf button - CNT Informa n. 3 - Pubblichiamo il nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni