CNT Informa n. 38 – Pubblichiamo il nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni

TV: Gentiloni, si punta su frequenze e pubblicità – TV: pubblicità occulta, Tar annulla provvedimento – TV: diritti calcio, no a trasmissione gratuita via web – CORECOM Campania: tagli in arrivo dal bilancio di previsione – TV mobile: stenta decollo


TV GENTILONI, SI PUNTA SU FREQUENZE E PUBBLICITA’
“Il sistema televisivo italiano ha bisogno di maggiore competizione e di migliorare la qualità dell’offerta”. Lo ha dichiarato il ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni martedì scorso nel corso di un convegno a Biella. Al dibattito, è intervenuto anche il Consigliere del Ministro ed ex commissario dell’AGCOM, Giuseppe Sangiorgi che ha annunciato i prossimi cambiamenti che saranno puntati su frequenze e pubblicità. In Italia c’è il far west in questo campo ed è venuto il momento di recuperare il controllo per dare spazio anche a chi ha qualche cosa da dire. In Italia il mercato è chiuso e maturo. Noi stiamo tentando di renderlo giovane, aperto con una maggiore amplificazione dei canali. Mai più 5 decoder ma uno solo”.

TV PUBBLICITA’ OCCULTA TAR ANNULLA PROVVEDIMENTO DELL’AGCM
Il TAR Lazio annulla un provvedimento dell’AGCM il quale aveva ritenuto che le inquadrature dei marchi di alcuni prodotti, effettuate nel corso delle puntate di uno sceneggiato, configurassero una chiara fattispecie di pubblicità non palese, per cui ne vietava la futura diffusione con effetto immediato. ll TAR fonda la sua decisione su due elementi fondamentali e cioè: l’inesistenza di inquadrature dirette a pubblicizzare il prodotto e l’inesistenza di qualsiasi rapporto di committenza fra il diffusore del messaggio e la società produttrice del prodotto pubblicizzato.

DIRITTI TV CALCIO CASSAZIONE, NO A TRASMISSIONE GRATUITA VIA WEB
La Corte di Cassazione si è pronunciata alcuni giorni fa sul caso delle partite di calcio su Internet, condannando come reato la trasmissione sul Web di queste ultime. Il caso delle partite di calcio trasmesse gratuitamente sul Web, aggirando la questione dei diritti sportivi pagati suon di milioni di euro, si riferiva a due siti web italiani, per la precisione www.calciolibero.com e www.coolstreaming.it. I proprietari di questi due siti avevano adottato l’espediente di catturare il segnale video da due siti cinesi, che trasmettevano partite di calcio dopo aver pagato l’abbonamento a Sky.

TV DIGITALE TERRESTRE RAPPORTO DI ‘DTT PEOPLE ITALIA’
Il 25% degli italiani non sa cosa sia esattamente la Televisione Digitale Terrestre (DTT), il 9,5% è incerto su una definizione precisa mentre il 60% dichiara di conoscere questa tecnologia. Ma la sua diffusione è solo del 26,1% tra gli italiani di fascia socioeconomica medio-alta, ovvero il principale mercato per gli operatori DTT, pur in crescita rispetto al 17,2% registrato nel 2004. Sono questi alcuni dei dati emersi dal rapporto ‘DTT people Italia’ realizzato dall’Osservatorio dttCOM e da Fondazione Università IULM, un rapporto basato su un campione di 2.000 persone di età compresa tra i 18 e i 60 anni e, spiegano gli autori, “appartenenti a segmenti di popolazione di fascia socioeconomica medio-alta”

CORECOM CAMPANIA TAGLI IN ARRIVO DAL BILANCIO DI PREVISIONE
Passa in aula, con tagli significativi rispetto alla proposta iniziale, il bilancio di previsione per il funzionamento del Parlamentino campano. Una manovra da 77 milioni di euro, suddivisa in pochi grandi capitoli di spesa. Non passano inosservate alcune decurtazioni; per il Corecom stanziati 490 mila euro per il 2006, 10 mila in meno rispetto alla proposta iniziale.

CORECOM FRIULI VENEZIA GIULIA PRESENTATA LA RICERCA “GIOVANI&MEDIA”
Presentata martedì scorso a Bologna dal CORECOM Friuli Venezia Giulia in collaborazione con l’SWG la ricerca “Giovani&Media”. La televisione, specie quella generalista ha ormai perso la sua posizione centrale ed egemone. I giovani di oggi dedicano 23 ore alla settimana ad Internet e meno della metà (11ore) alla televisione, mentre ascoltano la radio per 6 ore. La condanna nei confronti della televisione non è solo quantitativa, ma soprattutto qualitativa. In una scala semantica che va da 1 a 5, dove 1 è del tutto negativo e 5 completamente positivo, la televisione raccoglie i giudizi peggiori: risulta essere il medium meno imparziale (2,3), più scadente (2,7), meno educativo (2,6), e anche meno informativo (2,7). Solo un punto risulta avanti su tutti gli altri media: sulla capacità di influenzare (4,1) chi guarda e ascolta. L’indagine è stata rivolta ai ragazzi dai 14 ai 21 anni. Sono stati intervistati 1000 soggetti divisi per sesso, fasce d’età e luogo.

TV MOBILE MANCANO DATI UFFICIALI, MA STENTA IL DECOLLO
Il DVB-H pare che non avrà un grande futuro. Almeno non per come è stato concepito finora. Come sta andando l’offerta italiana? Male, non c’è che dire. Numeri ufficiali non ce ne sono ma da indiscrezioni che trapelano, la tv digitale in mobilità non ha fatto breccia nel cuore della gente. Questa volta neanche il calcio è riuscito ad aprire i portafogli degli italiani, eppure l’accoppiata con il telefonino sembrava veramente irresistibile.

TV SATELLITARE ACCORDO SES-EUTELSAT PER NUOVI SERVIZI
Ses Global e Eutelsat Communications annunciano un investimento comune per la realizzazione della prima infrastruttura satellitare europea per la trasmissione di segnali video, radio e dati a dispositivi mobili e ricevitori montati su veicoli. In ragione della natura innovativa di questo mercato, Ses ed Eutelsat hanno dato vita ad una joint venture al 50% che gestirà e commercializzerà il carico utile in banda S sul W2A. La società sarà costituita da Ses Astra e Eutelsat dopo l’approvazione da parte degli enti di controllo preposti. Il segmento spaziale in banda S rappresenta un investimento di circa 130 milioni di Euro.

TV DIGITALE TERRESTRE PARTNERSHIP TRA ITALIA E ROMANIA
Il ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni si è recato in Romania per un incontro con il suo omologo Zsolt Nagy. Scopo della visita è stato quello di rafforzare le basi della collaborazione bilaterale fra i due paesi con particolare riferimento al passaggio alla tv digitale terrestre e alla collaborazione per lo sviluppo nel settore della banda larga. Italia e Romania, paese che entrerà in Europa con l’inizio del 2007, stanno mettendo a punto il “Documento di partnership strategica”.

C.N.T. – Coordinamento Nazionale Televisioni – SEDE LEGALE: P.zza Municipio, 80 – 80133 Napoli SEDE OPERATIVA: Via Bari, 19 – 72013 Ceglie Messapica TEL. 337941697 TEL e FAX. 0804839707
SITO INTERNET: www.coordinamentonazionaletelevisioni.it
EMAIL: info@coordinamentonazionaletelevisioni.it
Direttore Costantino Federico
Reg.Trib.in corso
SEDE: P.zza Municipio, 80 – 80133 NAPOLI
TEL.337941697 – FAX:0818383118 – 0831377510

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - CNT Informa n. 38 - Pubblichiamo il nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL