CNT Informa n. 44

Pubblichiamo il nuovo numero del bollettino del Coordinamento Nazionale Televisioni



RADIOTV LUTTO A TELECAPRI – E’ SCOMPARSO IL PROF. CARLO FEDERICO – IL CORDOGLIO DEL CNT

E’ deceduto domenica scorsa all’ospedale Capilupi di Capri, dove si trovava ricoverato da giorni, il professore Carlo Federico, ex sindaco di Capri. Aveva 91 anni ed era il padre di Costantino e Claudio Federico, editori delle emittenti radio-tv Retecapri, Telecapri, Telecaprinotizie, Telecaprisport, Radio Capri, del periodico Fieracitta’ e del quotidiano Seracitta’. Consigliere comunale e assessore, e’ stato sindaco di Capri tra il 1957-60 e tra il 1965-68. Il CNT, ricordando con affetto il professore, sentitamente esprime profondo cordoglio alla famiglia Federico.

IL CNT SOLLECITA INTERVENTO CONTRO L’ATTIVAZIONE “PIRATA” DI CANALI TV

Nuova pesante denuncia del CNT per il clima da Far West ancora una volta instaurato a Napoli da televisioni pirata con l’attivazione di canali tv regolarmente eserciti e in concessione da altre emittenti. Il CNT denuncia anche la grave latitanza dell’Ispettorato Territoriale della Campania dove da più parti viene avanzato il sospetto che vi si annidino compiacenze e complicità. Le numerose denunce anche nei confronti dell’Ispettorato non sembrano aver provocato alcun intervento rendendo ancora più sospetta la situazione. Il CNT ha sollecitato nuovamente l’intervento della Procura della Repubblica nonché del Ministero delle Comunicazioni e dell’Autorità Garante.

TELEVISIONE UE, TELEVISIONE SENZA FRONTIERE CONFRONTO ASPRO TRA ITALIA E STRASBURGO

il Parlamento Europeo ha approvato in prima lettura una nuova versione della Direttiva ‘Tv senza Frontiere’ che introduce il famoso ‘product placement’ e prevede norme più ‘liberali’ in tema di telepromozioni e intervalli pubblicitari in Tv. Le disposizioni sulla pubblicità hanno diviso gli europarlamentari e il confronto si fa sempre più serrato anche in Italia, dove il Ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, non sembra voler retrocedere di fronte a Strasburgo, che ha imboccato una via ‘liberale’ per la nuova regolamentazione. Nei prossimi giorni, il Ministro, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sul Ddl Gentiloni, sarà ascoltato dalle Commissioni Cultura e Trasporti della Camera. Da questo incontro si dovrebbe capire se l’articolo 3 del Ddl, quello che con l’introduzione del termine “messaggi pubblicitari” di fatto “assimila le tele-promozioni alla disciplina degli spot”, verrà cambiato, seguendo la tendenza europea.

IL CNT CONTESTA LA LEGA CALCIO – CONTRATTI CAPESTRO PER LE TV LOCALI

Il CNT ha avviato contatti con la Lega Calcio a seguito delle proteste di alcune emittenti locali che denuncerebbero attività vessatorie nei loro confronti. In pratica le accuse riguardano l’atteggiamento e la preferenza accordata dalla Lega Calcio a Sky e alle reti RAI, Mediaset e Telecom mentre le TV locali verrebbero emarginate creando continui ostacoli e limitazioni spesso assurde e ritenute illegittime. Clamoroso poi il caso dei contratti predisposti unilateralmente dalla Lega per i cosiddetti diritti minori e per i collegamenti dagli stadi con esclusione delle immagini delle partite che le TV richiedenti sono costrette ad accettare e firmare senza discussioni. Scandalo infine per le multe e la sospensione dagli stadi decise unilateralmente dalla Lega senza contraddittorio e senza l’instaurazione di alcun procedimento. Il CNT promette il suo impegno in una battaglia sicuramente difficile e importante per impedire che anche così si uccidano le TV locali e minori.

TELEVISIONE PUBBLICITA’- CRESCITA DEL 2,9% PER GLI INVESTIMENTI

Secondo i dati Adex-Nielsen gli investimenti pubblicitari da gennaio ad ottobre 2006 hanno raggiunto i 7.081 milioni di euro con una crescita dunque del 2,9% sul corrispondente periodo dell’ anno scorso. Per quanto riguarda i Settori più importanti si registra un leggero decremento degli Alimentari (-0,30%), mentre crescono le Automobili (+4,2%) e le Telecomunicazioni (+5,3%). Gli investimenti in Televisione sono pari a 3.871 milioni con una variazione del +1,1% da inizio anno e del +2,5% sul mese. Tra i Settori che più investono sul mezzo si registra un rallentamento degli Alimentari (-1,0% sul progressivo e -10,1% sul mese) e un incremento dell Auto (+6,8%), delle Tlc (+13,7%) e delle Bevande/Alcolici (+1,4%).

CORECOM CAMPANIA CONFERENZA “I TEMI CENTRALI DELLA RIFORMA GENTILONI”
Si è tenuto venerdi’ 15 dicembre presso la sede regionale al Centro Direzionale di Napoli –Isola F/8 –8° piano, una conferenza stampa su “I temi centrali della riforma Gentiloni” tenuta dal Comitato Regionale per le Comunicazioni, presieduto da Samuele Ciambriello, e il Sottosegretario alle Comunicazioni Giorgio Calò nell’ambito della “campagna di ascolto” promossa dal Corecom Campania dove si sono incontrati editori, operatori del settore radio televisivo e associazioni di categorie operanti in Campania. All’incontro per il CNT è intervenuto il Vice Presidente Rocco Monaco che ha sottolineato le posizioni delle TV locali e minori.

TELEVISIONE ISTAT E TECNOLOGIE – LA TV ANALOGICA LA PIU’ DIFFUSA.
LA TRASFORMAZIONE IN ARRIVO

Nella statistica sulle tecnologie dell’ informazione e della comunicazione ad uso delle famiglie italiane, svolta su un campione di circa 19mila famiglie per un totale di 49mila persone l’ISTAT rileva che: Televisione (93,9%), cellulare (82,3%) e videoregistratore (63%) sono i beni più diffusi nelle famiglie italiane, seguono poi il lettore DVD (50,7%), il personal computer (46,1%), l’accesso ad Internet (35,6%). Il televisore è uno dei beni più interessato dalle trasformazioni: l’87,8% delle famiglie possiede ancora il televisore analogico di tipo tradizionale, mentre il 5,2% delle famiglie possiede un televisore digitale. Cresce tra le famiglie italiane il possesso di antenne paraboliche (la possiede il 25% delle famiglie) e cresce anche la presenza di decoder digitali (il 15,2%) mentre è ancora bassa la quota di famiglie che possiede la TV via cavo (3,9%).

AGCOM SENTIMENTO RELIGIOSO E TUTELA DEI MINORI – SANZIONATE RAI E MEDIASET

La Rai e Mediaset sono state multate per 100mila euro a testa dall’Agcom. Motivo: violazioni delle norme sul rispetto del sentimento religioso e tutela dei minori, a seguito della pronuncia di bestemmie nel corso di due reality show di grande ascolto: ‘Grande Fratello’ trasmesso il 4 novembre 2004 (Canale 5); l’’Isola dei famosi’ il 18 ottobre 2006 (Rai due).

AVVISO: IL CNT-INFORMA TORNA IL 13 GENNAIO

Il CNT- Informa comunica che in occasione delle festività natalizie la pubblicazione sarà sospesa per riprendere il prossimo 13 gennaio 2007. Il direttore Costantino Federico e la redazione augurano un sereno Natale ed un prospero anno nuovo.

C.N.T. – Coordinamento Nazionale Televisioni – SEDE LEGALE: P.zza Municipio, 80 – 80133 Napoli SEDE OPERATIVA: Via Bari, 19 – 72013 Ceglie Messapica TEL. 337941697 TEL e FAX. 0804839707
SITO INTERNET: www.coordinamentonazionaletelevisioni.it
EMAIL: info@coordinamentonazionaletelevisioni.it
Direttore Costantino Federico
Reg.Trib.in corso
SEDE: P.zza Municipio, 80 – 80133 NAPOLI
TEL.337941697 – FAX:0818383118 – 0831377510

printfriendly pdf button - CNT Informa n. 44