Denunciare gli intrecci politici con le società può costare una condanna per diffamazione, anche al parlamentare

Corte di cassazione, sentenza n. 42031 dell’11 novembre 2008


Cassazione.net

Rischia una condanna per diffamazione il consigliere regionale o il parlamentare che denuncia pubblicamente, magari in conferenza stampa, gli intrecci fra le società e la politica.
L’invito a calibrare le parole fuori dalle sedi istituzionali arriva dalla Corte di cassazione, con la sentenza n. 42031 dell’11 novembre 2008.

Qui per scaricare la sentenza

printfriendly pdf button - Denunciare gli intrecci politici con le società può costare una condanna per diffamazione, anche al parlamentare
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Denunciare gli intrecci politici con le società può costare una condanna per diffamazione, anche al parlamentare

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL