Digitale terrestre: presentato un emendamento al DL di esecuzione obblighi UE per la riassegnazione delle frequenze digitali

Nell’emendamento si prevede che entro tre mesi dalla conversione del decreto in legge saranno ridefinite dal Ministero i provvedimenti abilitativi per la trasmissione in tecnica digitale terrestre, con un’assegnazione nel rispetto dei principi comunitari


21/05/2008 13.54 ROMA (MF-DJ)

Il Governo ha presentato un emendamento al decreto legge recante disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e l’esecuzione di sentenze della Corte di giustizia delle Comunita’ europee, con cui assegna al Ministero per lo Sviluppo Economico, d’intesa con l’Agcom, il compito di riassegnare le frequenze tv per il digitale terrestre. Nell’emendamento si prevede che entro tre mesi dalla conversione del decreto saranno ridefinite dal Ministero le licenze per il digitale terrestre, con un’assegnazione nel rispetto dei principi comunitari, attraverso “procedure di evidenza pubblica” e con “criteri obiettivi, proporzionali, trasparenti e non discriminatori”. I soggetti destinatari di tali frequenze “devono assumere l’impegno di digitalizzare l’intera rete assegnata entro la data fissata per la completa conversione delle reti televisive in tecnica digitale”, in vista del passaggio dal sistema analogico a quello digitale nel 2012.

MF-DJ NEWS

printfriendly pdf button - Digitale terrestre: presentato un emendamento al DL di esecuzione obblighi UE per la riassegnazione delle frequenze digitali