Diritto penale e procedura

Potere di proporre querela in nome e per conto di persone giuridiche


di Giacomo Lunghini, professore a contratto di diritto penale dell’economia all’Università di Brescia, avvocato in Milano
da Quotidiano Giuridico N 21/3/anno 2007

La pronuncia della V sezione della Corte di Cassazione, nr. 6467 del 15.02.2007, si sofferma brevemente, in tema di procedibilità dell’azione penale, sulla titolarità, nel caso di persone giuridiche, del potere di proporre querela a norma degli artt. 336 e ss. c.p.p. ed in particolare sul contenuto della procura speciale ex art. 122 c.p.p., necessaria laddove la querela non sia proposta personalmente dalla persona offesa, bensì da un terzo.

printfriendly pdf button - Diritto penale e procedura