DTT, ascolti: ad aprile spingono Sky e il Biscione. Stabili reti Rai

Il gruppo Mediaset cavalca l’onda, trainato dai successi dell’ammiraglia Canale 5: grazie ai format quali Il Segreto, gli storici programmi della regina Maria De Filippi, oltre alla Champions League, gli ascolti crescono nel mese di aprile del 4,2%, registrando 1,7 mln di telespettatori medi.

Bene anche per Italia 1 (+1,8% di share), mentre in casa Rete 4 le cose vanno leggermente peggio (-2,9% nelle 24 ore). In totale, comunque, il gruppo capitanato dal presidente Fedele Confalonieri registra un +1,4% di crescita, 3,6 mln di spettatori per un 34% complessivo di share – come riporta un articolo di ItaliaOggi di sabato 16 maggio, che analizza le tabelle ufficiali Auditel -. Possono essere soddisfatti anche dal quartier generale di Sky Italia, visto che nel mese di aprile gli ascoltatori sono aumentati di quasi il 9%, merito in buona parte di Sky Uno, che ha visto crescere i suoi telespettatori del 69,5% nelle 24 ore (31 mila), con punte del 95% in prima serata (144,5 mila). Non è tutto rose e fiori invece per le emittenti della tv di stato, la cui parola d’ordine per il primo quadrimestre 2015 pare essere “stabilità”: le reti Rai sono risultate infatti nel complesso stazionarie rispetto al 2014, a quota 3,9 mln di spettatori, con il 36,6% di share (solo Rai 2 ha smosso un po’ le acque con un +3%, mentre Rai 3 è in netto calo del 5,7%). Anche nel comparto dell’informazione Rai News mostra segni di stanchezza con un -6% nel giorno medio: crescono invece SkyTg24 (10,5%) e TgCom 24 che vanta il suo picco di ascolti nel preserale, la fascia che in un anno è decollata del 90%. Parlando di cinema, anche se Rai Movie si sta difendendo bene – 115 mila spettatori, 1,08% di share che diventa 1,2 e 1,4% in seconda serata – sul trono si siede ancora Iris con 143 mila spettatori nel giorno medio e share dell’1,34% che sale oltre all’1,6% dalle 20.30 in poi. (V.R. per NL)
printfriendly pdf button - DTT, ascolti: ad aprile spingono Sky e il Biscione. Stabili reti Rai