DTT, bando operatori di rete. Ecco altre risposte del Mise ai quesiti posti

Di concerto con la struttura di competenze a più livelli Consultmedia (collegata a questo periodico), pubblichiamo una serie di informazioni a seguito di chiarimenti espressi dal Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo del bando per le graduatorie degli operatori di rete locale relativamente alle nuove frequenze coordinate attribuite all’Italia, cioè non interferenti con i paesi confinanti.

Le regioni e le frequenze interessate sono: Piemonte (UHF 60); Lombardia (VHF 7 e 11); Veneto (UHF 58 e 60); Friuli Venezia Giulia (UHF 58 e 60); Emilia Romagna (UHF 58 e 60); Merche (VHF 6 e UHF 58 e 60); Abruzzo (VHF 6 e 7, UHF 58); Molise (UHF 60); Campania (VHF 6); Puglia (VHF 7, UHF 24, 58 e 60); Basilicata (VHF 6); Calabria (UHF 58); Sardegna (UHF 60); Toscana (UHF 58); Liguria (UHF 58). Per l’assegnazione delle nuove frequenze sono stati adottati singoli bandi di gara per ciascuna frequenza. Le domande di partecipazione al Ministero dello Sviluppo Economico potranno essere presentate dal 09/05/2016 al 10/06/2016. La procedura di gara è adottata in applicazione di quanto previsto all’art. 147, comma 1, della L. 190/2014, che ha modificato l’articolo 6 del D.L. 145/2013, convertito dalla legge n. 9/2014, al fine di garantire la massima efficienza nella gestione dello spettro mediante, sia l’attribuzione di nuove frequenze coordinate agli operatori di rete locali, sia la cessione della capacità trasmissiva ai fornitori di servizi di media audiovisivi. Gli operatori di rete locali ammessi alla procedura devono essere in possesso dell’autorizzazione generale ex art. 25 del D. Lgs. 259/2003 o dovranno conseguire detta autorizzazione entro 60 giorni dall’aggiudicazione della frequenza. La durata dei diritti d’uso sarà di quattro anni, rinnovabili di anno in anno fino ad un massimo di complessivi ulteriori quattro anni. Gli operatori di rete locali possono presentare domanda di partecipazione a ciascuna gara regionale bandita dal Ministero, per l’assegnazione di una o più frequenze previste nelle relative regioni. E’ ammessa la partecipazione alle gare in forma associata o tramite la costituzione di nuove società da parte di due o più operatori. La domanda di partecipazione potrà essere presentata dal 09/05/2016 al 10/06/2016, tramite consegna a mano ovvero corriere o posta assicurata. Le domande pervenute oltre il termine previsto saranno escluse dalla procedura. A seguito della pubblicazione del bando, il Ministero ha concesso termine per la presentazione di quesiti sugli argomenti sottesi, cui hanno fatto seguito le risposte racchiuse nel file aggiornato alla data del 23/05/2016. (M.L. per NL)
printfriendly pdf button - DTT, bando operatori di rete. Ecco altre risposte del Mise ai quesiti posti