DTT, frenesia informativa locale nel capoluogo lombardo. Dopo Milano 2015 partono Milanow e Lombardia Channel

La prima televisione digitale completamente incentrata sulla città lombarda è stata Milano 2015, approdata sul digitale i primi giorni dello scorso luglio, con numero LCN autoassegnato 33.

La tv di Milano che, come noto, trasmette nel bouquet della lombarda Telenova (UHF 21) accompagna il sindaco Letizia Moratti in tutte le sue uscite pubbliche, con l’intento di coinvolgere maggiormente il cittadino. Trattasi dunque di una tv che vede come primi protagonisti i cittadini stessi, i quali possono segnalare le disfunzioni della città. Come difatti chiarisce lo stesso Roberto Poletti – direttore responsabile della nuova emittente – “Milano 2015 è finestra sui problemi ma anche sulle cose che vanno. Se vuoi documentare tutto questo basta chiamare Sonia Bedeschi, la giornalista che con le sue telecamere arriverà il prima possibile”. Ma Milano 2015 non rimarrà solitaria a lungo nell’etere cittadino, in quanto ai primi di novembre (quindi poco prima dello switch-off milanese dell’Area Tecnica 3, salvo ulteriori rinvii di cui si mormora in queste ore) farà il suo esordio sul digitale terrestre Milanow, contenuto digitale della società editrice di Telelombardia, i cui argomenti spazieranno dalla cronaca alle politica cittadina per approdare, infine, allo sport. La città sarà raccontata grazie alla collaborazione di 18 giornalisti i quali proporranno approfondimenti e notizie sempre aggiornate sulla metropoli. Ma anche Milanow avrà presto concorrenza: pare sia in cantiere, infatti, Lombardia Channel, un canale (questa volta regionale) che replicherà il modello DTT di Telelombardia e sarà veicolato attraverso l’operatore di rete 7Gold. (M.C. per NL)
printfriendly pdf button - DTT, frenesia informativa locale nel capoluogo lombardo. Dopo Milano 2015 partono Milanow e Lombardia Channel