DTT, pubblicità: decolla raccolta Discovery Italia

I primi due mesi del 2015 performano positivamente rispetto alla tendenza del mercato pubblicitario: l’obiettivo è mantenere i ritmi del 2014 con una raccolta di 150 mln di euro.

Il risultato del gruppo che edita, tra gli altri, Real Time, Dmax, Giallo, Focus, K2 e Frisbee è apprezzabile soprattutto se confrontato con l’andamento del mercato televisivo italiano, che in gennaio ha perso complessivamente il 4,7% di raccolta pubblicitaria rispetto allo stesso mese 2014, e nel quale, tra i colossi, esce illeso solo Sky (+12,6%). Dal punto di vista editoriale, gli ascolti di gennaio-febbraio 2015 dei canali del gruppo Discovery Italia sono sostanzialmente stabili rispetto al 2014 (ricordiamo ai nostri lettori che questi dati non tengono in considerazione i numeri di Deejay Tv che ha debuttato operativamente nel mese di marzo): in febbraio Dmax guadagna 0,1 punti (1,28% di share sulle 24 ore), Real Time ne perde 0,2 (1,22%) per un totale gruppo al 5,28% nelle 24 ore, ma ancora sotto La7 e Sky in prima serata (3,75%), dove si gioca la vera partita degli investimenti pubblicitari. Meglio vanno le cose in seconda serata, in cui il totale canali Discovery sale al 6%. Come ha dichiarato Giuliano Cipriani, vicepresidente e direttore generale di Discovery Media, e come riporta un articolo di ItaliaOggi di mercoledì 18 marzo, “i primi due mesi del 2015 di Discovery media sono stati positivi, con una crescita a doppia cifra e in controtendenza rispetto al mercato. Ci stiamo guadagnando lo spazio in funzione degli ottimi risultati editoriali ottenuti, e sono sempre di più gli inserzionisti capaci di cogliere appieno le nostre potenzialità. Ormai è in atto il processo di conquista di una fiducia sempre maggiore e di un market share più rappresentativo del nostro valore”. Se è vero che per il gruppo non sarà una passeggiata mantenere i ritmi del 2014, chiuso con un +20% sul 2013, nel 2015 Discovery potrà contare sulle produzioni originali di Real Time, da Hair, con Costantino della Gherardesca, al via il 29 marzo, a Mamma sei 2 much (con l’esperta di moda Carla Gozzi), passando per Ostetriche (branded content con Chicco) in seconda serata da fine marzo. Quanto ai cavalli di battaglia, Real Time continua a scommettere su Il nostro piccolo grande amore (il reality che racconta le vicende di una famiglia affetta da nanismo): i primi due episodi della settima stagione, lo scorso 15 marzo, hanno incassato il 3,3% di share complessivo e il 5,3% sul core target donne 20-49 anni; bene pure il day time di Amici, con un 2,6% di share. In queste ultime settimane, invece, su Dmax protagonista è stata la palla ovale: la media di ascolto delle partite della nazionale italiana di rugby si è attestata attorno al 4% di share sul target individui, e al 9,8% sui maschi 20-49 anni, con una crescita del 14% rispetto alla edizione 2014. Per quel che concerne il settore della raccolta pubblicitaria 2015, anche gli altri player nelle scorse settimane ha fatto sentire la propria voce in capitolo: l’amministratore delegato di Mediaset Giuliano Adreani, stima un incremento della raccolta del 2% nel 2015 che potrebbe arrivare al 4% nello scenario più positivo. Rai Pubblicità invece punta a un risultato in linea con il 2014, in cui la raccolta generata dai Mondiali del Brasile ha raggiunto i 76 milioni di euro: la concessionaria della tv di stato, ricordiamo ai nostri lettori, sarà poi impegnata su Expo 2015 non solo con un’offerta legata a rubriche informative create ad hoc, ma anche come concessionaria esclusiva per le pianificazioni all’interno dello spazio Expo. Secondo l’a.d. Fabrizio Piscopo, il primo trimestre 2015 chiuderà “al pelo: gennaio ha avuto un calo del 7%, ma fortunatamente è un mese poco significativo.; febbraio invece si avvia a chiudere in pari. Da aprile ci sarà una ripresa, trainata dalla manovra del quantitative easing intrapresa dalla BCE, che influenzerà positivamente l’andamento del settore finanziario”. (V.R. per NL)
 
printfriendly pdf button - DTT, pubblicità: decolla raccolta Discovery Italia