DTT, Tivuitalia ammessa al concordato preventivo. Avanzata proposta acquisto diritti d’uso per 4,5 mln di euro

Importanti aggiornamenti sulla collocazione sul mercato dei diritti d’uso dell’operatore di rete nazionale (?) Tivuitalia.

Anzitutto, il 17 luglio la controllante del network provider, Screen Service Broadcasting Technologies aveva comunicato che era stata presentata un’istanza di fallimento nei suoi confronti, in relazione alla quale il competente Tribunale aveva fissato l’udienza per la discussione in data 29 ottobre 2014. "La Società si difenderà nelle competenti sedi, riservandosi ogni ulteriore iniziativa a tutela dei diritti propri e dei propri stakeholders", aveva comunicato la Screen Service, sottolineando che, "in attuazione delle deliberazioni assunte dall’Assemblea dei Soci del 31 ottobre 2013, i legali incaricati dalla Società hanno proceduto a notificare l’atto di citazione nei confronti degli ex amministratori in relazione ai quali è stata deliberata l’azione di responsabilità sociale. Il competente Tribunale ha fissato la prima udienza di comparizione e trattazione a febbraio 2015". Con riferimento invece all’avviso di vendita del ramo aziendale di operatore di rete televisiva in tecnica digitale via etere terrestre di Tivuitalia S.p.A., Screen Service aveva reso noto che "nessuno dei tre soggetti che hanno regolarmente manifestato il loro interesse all’acquisto del menzionato ramo aziendale ha inviato un’offerta vincolante entro i termini previsti dall’avviso". Il giorno dopo Screen Service aveva fatto sapere "che la società Screen Group S.p.A. è stata messa in liquidazione con contestuale trasformazione in S.r.l." e che la "Screen Group S.r.l. in liquidazione rimane azionista diretto di Screen Service Broadcasting Technologies S.p.A. con una partecipazione pari al 30,18% del capitale sociale". Infine, l’altro ieri, Screen Service Broadcasting Technologies S.p.A. ha partecipato che, "a scioglimento della riserva assunta all’udienza del 18 luglio u.s., il Tribunale di Brescia, con provvedimento depositato in data 21 luglio 2014, ha ammesso Tivuitalia SpA, società controllata al 100% da Screen Service, alla procedura di concordato preventivo ex art. 160 e ss. L.F. Tivuitalia ha proposto un concordato caratterizzato da una continuità c.d. indiretta garantita da un soggetto terzo che ha presentato un’offerta d’acquisto la cui efficacia è subordinata all’autorizzazione del Tribunale all’accettazione da parte di Tivuitalia. L’offerta del terzo prevede l’impegno a stipulare un contratto di gestione temporanea del ramo aziendale ed un contestuale contratto preliminare di acquisto del medesimo ramo per il prezzo di Euro 4,5 milioni. L’efficacia del contratto preliminare di cessione sarà sospensivamente condizionata (i) all’omologazione del concordato preventivo di Tivuitalia e (ii) al rilascio, da parte delle competenti autorità, della preventiva autorizzazione al trasferimento delle frequenze in capo al terzo offerente/acquirente. Con il suddetto provvedimento è stato nominato Giudice Delegato il Dott. Gustavo Nanni ed il Dott. Valter Seddio è stato confermato Commissario Giudiziale. L’adunanza dei creditori è stata convocata per il 17 ottobre 2014. A fronte di quanto precede la trattazione delle istanze di fallimento, di cui è già stata dato informativa al mercato è stata differita al 15 ottobre 2014". (M.L. per NL)
 
printfriendly pdf button - DTT, Tivuitalia ammessa al concordato preventivo. Avanzata proposta acquisto diritti d'uso per 4,5 mln di euro