Editoria, lontana l’uscita dal tunnel

(ADG Informa) – Crisi, crisi e ancora crisi. Le notizie sul mondo dell’editoria continuano a non essere positive. In Italia e all’estero ridimensionamenti e tagli al personale sono all’ordine del giorno. La Gazzetta del Mezzogiorno annuncia il licenziamento di dieci collaboratori, il gruppo New York Times minaccia di chiudere il Boston Globe se i sindacati respingeranno le richieste di riduzione di stipendi e contributi, il Sun-Times Media Group dichiara bancarotta. A casa nostra nulla da fare, a quanto pare, per i dieci collaboratori della Gazzetta del Mezzogiorno che, per motivazioni economiche, saranno licenziati dalla Edisud spa, società editrice della testata. I colleghi manifestano la propria solidarietà, nonché concrete preoccupazioni, sulla qualità dell’informazione che sarà possibile offrire. Dall’altra parte dell’oceano, il gruppo New York Times, editore dell’omonimo e prestigioso quotidiano, chiede ai sindacati l’approvazione di tagli a stipendi, contributi per un totale di 20 milioni di dollari. In caso di mancato sostegno, dichiara di dovere chiudere il Boston Globe, giornale acquistato all’inizio degli anni Novanta. La testata ha chiuso il 2008 con una perdita di 50 milioni di dollari e per il 2009 se ne annuncia una da 85 milioni. Le parti sociali hanno 30 giorni di tempo per dare una risposta all’azienda. Rimanendo in suolo a stelle e strisce, il Sun-Times Media Group ha dichiarato il fallimento. Al gruppo fanno capo 59 giornali con relativi siti web, tra cui anche testate popolari quale il Chicago Sun-Times.
printfriendly pdf button - Editoria, lontana l'uscita dal tunnel