Elettrosmog, Campania. Studio dell’Università di Napoli rileva a Camaldoli livelli c.e.m. ben oltre i limiti di legge

Inquinamento medio da onde elettromagnetiche due volte oltre i limiti di legge registrato sulla collina dei Camaldoli, a Napoli, a causa della presenza di una selva di ripetitori dei segnali di radio, tv e cellulari, alcuni abusivi, con serie ricadute in termini di danni alla salute dei cittadini residenti nella zona.

Fenomeno che dura da anni nonostante sequestri della magistratura e apposite ordinanze comunali. La vicenda e’ raccontata dal quotidiano ecologista Terra in edicola oggi, che riferisce di un recentissimo studio realizzato grazie ad una convenzione stipulata dal Lions Club Camaldoli e dal dipartimento di Scienze Ambientali della Seconda Universita’ di Napoli. ”Tra il 23 febbraio e il 30 marzo scorsi”, scrive il quotidiano, ”sono state realizzate numerose misurazioni che hanno fatto registrare in zona valori medi giornalieri dei campi elettromagnetici prossimi agli 11 Voltmetro, ben oltre il limite consentito dalla normativa, pari a 6 Vm. In un caso il valore e’ schizzato addirittura a 16,70 Vm”. ”Dati preoccupanti che fanno impallidire le recenti vicende di Radio Vaticana a Roma”, dice l’oncologo Antonio Marfella, del direttivo regionale dell’Isde, l’associazione dei medici per l’ambiente. ”Sono ormai noti e confermati i danni soprattutto per la normale attivita’ cerebrale di un persistente inquinamento elettromagnetico della portata registrata. Esiste gia’ una vasta bibliografia sugli effetti biologici provocati dalle radiofrequenze-microonde a livelli di esposizione non termici, meno di 2 Voltmetro”, rivela. E, alla luce dei valori elevati registrati ai Camaldoli, spiega l’oncologo, ”sono ipotizzabili anche significative influenze per altri tipi di patologie ben piu’ gravi, come i tumori”. (Asca)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Elettrosmog, Campania. Studio dell'Università di Napoli rileva a Camaldoli livelli c.e.m. ben oltre i limiti di legge

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL